Reading Time: 2 minutes

Scoprire la bellezza dell’entroterra a una velocità d’altri tempi

Viaggiare ad altri ritmi, con mezzi sostenibili e alla ricerca dei luoghi dell’entroterra toscano è oggi possibile grazie alla riscoperta dei caratteristici treni a vapore. Percorsi lenti nel cuore delle pittoresche colline che trasporteranno i passeggeri in un’altra dimensione: una vera e propria avventura per avvicinarsi ancora di più al territorio.

La Toscana è la regione che offre più corse di treni storici: da Siena a Grosseto, da Pistoia, passando per Firenze, a Marradi. Ogni itinerario è stato pensato non solo per far apprezzare i colori ed i profumi della stagione, ma anche per scoprire gli antichi borghi medievali, animati da festival culinari dedicati alle specialità locali, come l’olio di oliva, le castagne e il vino.

Settembre ed ottobre sono mesi ricchi di eventi legati all’enogastronomia. A fine settembre una tratta storica, condotta da una locomotiva a vapore, conduce da Siena a Chiusi in occasione della XXXVIII edizione della Festa dell’Uva e del Vino. Il territorio delle Crete Senesi, che abbraccia i Comuni di Asciano e Rapolano Terme, è caratterizzato da un susseguirsi infinito di biancane e calanchi, profondi solchi del terreno “a lama di coltello”, e dal bellissimo panorama dei dintorni di Siena. Una volta arrivati a Chiusi i passeggeri avranno la giornata a disposizione per partecipare alla kermesse ricca di stand e per fare una visita guidata della città. Il prossimo mese, sempre con partenza da Siena, sono in programma altri due percorsi per raggiungere la Sagra del Fungo Porcino a Vivo d’Orcia  e la Festa dell’Olio Novo nel borgo di Trequanda.

Ad ottobre il treno a vapore del Mugello partirà da Pistoia, dove sarà possibile assistere in prima persona all’accumulo del carburante per poi farsi strada verso Firenze. La vecchia locomotiva impiega circa un’ora e mezzo per percorrere tutto l’itinerario, dando l’imperdibile opportunità di attraversare l’incantevole paesaggio del Mugello prima di arrivare alla destinazione finale in occasione della famosa Sagra delle Castagne di Marradi.

Un modo unico per tutti coloro che vogliono scoprire la Toscana con tempi lenti e pacati ed assaporare le eccellenze enogastronomiche che questa regione offre.

Per maggiori informazioni:

www.fondazionefs.it