Reading Time: 2 minutes

Nuovo brand a The Mall

Concepita dalla fondatrice Gaby Aghion, la linea romantica, disinvolta e glamour di Chloé incarna le aspirazioni delle giovani donne e riscuote un enorme successo.

Negli anni ’60, Gaby si affida a una nuova generazione di giovani talenti – Gérard Pipart, Maxime de La Falaise, Michèle Rosier, Graziella Fontana e Karl Lagerfeld – che sappiano portare avanti la propria visione. Queste personalità lavorano fianco a fianco e fioriscono sotto la direzione artistica di Gaby Aghion. Gli anni ’70 si contraddistinguono per i suoi morbidi abiti in seta, che celebrano un romanticismo femminile e spensierato con delicati inserti in pizzo. All’inizio degli anni ’80 la moda diventa un terreno di gioco nel quale trovare ispirazione praticamente ovunque. Le collezioni ruotano attorno a un tema principale e vengono presentate con sfilate spettacolari. Le modelle ballano e piroettano in passerella, trasformando ogni evento in una festa oltre che in uno spettacolo. Karl Lagerfeld ritorna in Chloé nel 1992. Negli anni immediatamente successivi, riesce a sfatare svariati riferimenti culturali, dal classico al pop, e celebra un romanticismo femminile e spensierato. Le sue vivaci collezioni vengono animate dalle celebri top model degli anni ’90, le cui personalità carismatiche contrassegnano quest’epoca. Durante questo decennio tre giovani stiliste britanniche entrano a far parte della storia della Maison. Facendo tesoro di questa ritrovata energia, la Maison allarga i propri orizzonti con il lancio di una seconda linea, See By Chloé, e una collezione di borse, piccola pelletteria e scarpe. L’inizio di questo decennio è stato segnato dall’arrivo di Clare Waight Keller. Sotto la sua supervisione, il fascino della Maison si rinnova ulteriormente e le collezioni si contraddistinguono per un comfort sofisticato e una spensierata disinvoltura: uno stile che non smette mai di sedurre. La Maison lancia nuovi accessori iconici: le borse Drew e Faye si uniscono alla Marcie, arricchendo la linea di classici Chloé.

Ad aprile 2017, Natacha Ramsay-Levi è entrata a far parte della Maison nel ruolo di Direttrice creativa prêt-à-porter, pelletteria e accessori. Nata a Parigi, dopo aver terminato gli studi presso lo Studio Berçot, nel 2002 Natacha ha lavorato in Balenciaga nel team coordinato dal Direttore artistico Nicolas Ghesquière. In Balenciaga, ha collaborato con Nicolas per 11 anni: un percorso in ascesa che l’ha portata a diventarne il suo braccio destro e, per finire, ad ottenere la posizione di Direttrice creativa.
Nel suo ruolo attuale, Natacha condivide i valori di Chloé, Maison fondata nel 1952 da Gaby Aghion, il cui scopo era offrire alle donne la libertà e il coraggio di essere se stesse.