Reading Time: 1 minutes

Green is the new black

Il verde è il colore simbolo della rinascita, fresco, luminoso, pieno di vita. Verde sottobosco, verde militare, verde oliva. Le nuances sono moltissime per un colore che parla di primavera. Una scelta di carattere che  descrive personalità libere e giovani avventurieri.

Quando si pensa al verde l’associazione con fioriture di fogliami e grandi spazi aperti e rigogliosi è immediata. Un desiderio che si fa forte in una società consegnata al caos delle metropoli e allo stress della modernità tecnologica. Il cambiamento positivo connesso al colore verde si riflette nella proliferazione di questa nuances nelle collezioni di brand come Aquazzura, Burberry, Coach, Alberta Ferretti. Una costante negli accessori e nelle borse, dove il verde viene messo in primo piano: si tratta di una tonalità onnipresente in tutto il mondo e in tutte le espressioni della moda.

Ma il verde è un colore che oggi parla soprattutto di sostenibilità, che ci racconta come la moda possa essere rispettosa della natura e dei suoi processi. Green is the new black un motto che racconta come i luxury brand come Gucci, Bottega Veneta e Balenciaga siano sempre più attenti ai temi della sustainable fashion mettendo in campo politiche ambientali a protezione del pianeta. Il recente progetto Gucci Equilibrium raccoglie i principi, le intuizioni e le ambizioni del marchio ed è allo stesso tempo un impegno a realizzare una corretta gestione delle limitate risorse del pianeta. Ogni giorno Gucci si impegna ad attuare scelte sempre più sostenibili per proteggere il pianeta tramite una politica ambientale che comprende Materie prime sostenibili, Chimica rispettosa del pianeta, Gestione dei rifiuti, attenzione nella scelta della Carta e packaging e la scelta di produrre collezioni Fur-Free.