Reading Time: 1 minutes

Un tessuto prezioso per le feste

Le feste natalizie si avvicinano e il trend esclusivo di quest’anno da sfoggiare durante pranzi e cene sembra essere solamente uno: il velluto.

Un tessuto pregiato, simbolo di opulenza e raffinatezza apprezzato ormai da secoli da stilisti e artisti per la morbida bellezza dai toni caldi e brillanti.  Il nome, che deriva dal termine latino “vellus”: vello, tosone o mantello, si presta a descriverne in maniera inequivocabile la tipica finitura di pelo, di lunghezza e tipo variabile. La sua caratteristica principale è infatti quella di presentare un pelo rasato e molto fitto (si parla in questo caso di velluto unito) oppure una serie di piccoli anelli di filo che sporgono dalla trama (velluto riccio). La materia prima per il velluto era la seta, che lo rendeva lucido e morbido al tatto, ma anche prezioso e delicato. In seguito è stato introdotto l’utilizzo del cotone, del lino, della lana e del mohair, che hanno reso il velluto più resistente. Recentemente sono stati inoltre sviluppati velluti sintetici (soprattutto in poliestere, acetato, nylon e viscosa)

Una sensazione di grande morbidezza al tatto che ha ispirato le collezioni più esclusive: Emilio Pucci, Lanvin, Alberta Ferretti, Brioni solo alcuni che non hanno resistito al fascino intramontabile di questo tessuto affascinante. Capi d’abbigliamento e accessori, per lei ma anche per lui, con questo sontuoso e morbido tessuto diventa così la tendenza per le feste di Natale 2016. Declinato in tutte le tonalità, dal nero al blu petrolio, eccolo approdare sulle passerelle e nello street style come protagonist indiscusso della stagione. Cappelli, abiti bon ton, cappotti strutturati e gonne midi, ma anche pantaloni, cinture, borse e scarpe col taco con decorazioni dorate: il mix sofisticato del velluto riscalderà i pranzi delle feste ma anche le cene sotto l’albero.