Reading Time: 2 minutes

Un itinerario ricco di arte, sapori e bellezza

Dalle magnifiche piazze senesi ai “grattacieli medievali” di San Gimignano, passando per dolci colline pennellate di vigne. Tips per uno degli itinerari più amati in Toscana.

SIENA

Conosciuta in tutto il mondo per il Palio, la storica corsa equestre, Siena è uno scrigno di bellezza infinita, ancora protetta dalle sue antiche mura. Tutto parte da piazza del Campo, cuore pulsante della città, dove si affacciano Palazzo Pubblico e la Torre del Mangia, dalla quale, se non vi spaventano oltre 300 scalini, vi troverete davanti a una delle viste più affascinanti di Siena. Da non perdere naturalmente anche il Duomo, che in alcuni periodi dell’anno scopre il suo bellissimo pavimento in marmo, mostrando in tutto il suo splendore un capolavoro unico. Impossibile, poi, non visitare Siena senza assaggiare un goloso piatto di pici al ragù accompagnati da un bicchiere di Chianti Colli Senesi DOCG, magari alla Taverna di San Giuseppe o alla Compagnia dei Vinattieri. E se volete allungare la permanenza in città potete optare per il Grand Hotel Continental, 5 stelle di pura magia.

SAN GIMIGNANO

In poco più di mezz’ora tra le strade delle morbide colline senesi, arriverete a San Gimignano e subito capirete perché viene chiamata la Manhattan del medioevo. Da vedere sicuramente il Duomo – il contrasto tra la facciata spoglia e gli incredibili affreschi interni vi lascerà senza parole! – e la straordinaria piazza della Cisterna dove gustare un buon gelato alla pluripremiata Gelateria Dondoli. Perdetevi tra le stradine del borgo e ammirate le sue 13 torri, che in origine erano ben 72. Se poi vi viene voglia di assaggiare un tagliere con salumi di cinghiale, pecorino fresco e miele locale accompagnato da un buon bicchiere di Vernaccia non fatevi sfuggire una tappa a La Vecchia Nicchia. Per una cena speciale, in un ambiente caldo e accogliente, vi consigliamo invece La Mandragola, non ve ne pentirete.