Reading Time: 1 minutes

Dal 20 al 23 gennaio la 90° edizione della storica corsa automobilistica

Quello a Monte Carlo è l’appuntamento più atteso dagli appassionati di rally, per il 2022 in programma dal 20 al 23 gennaio. Una scarica di adrenalina a suon di record, tra sbandate controllate su ghiaccio e neve, tornanti in derapata, valzer nel fango e sferzate di fari nella notte. Con il pubblico che sfida il gelo sul Col de Turini, per applaudire il passaggio dei loro beniamini a bordo di bolidi mozzafiato.

Nato nel 1911 per volere del Principe Alberto I, il compleanno che celebra è però quello dei 90 anni, visto alcune edizioni che non si sono svolte.

Tra le auto leggendarie che qui hanno corso, la BMC Morris Mini Cooper S, dominatrice indiscussa degli anni ’60; la Lancia Fulvia HF, con cui Sandro Munari trionfò alla sua prima partecipazione a Monte Carlo, per poi passare alla storia con l’incredibile vittoria del 1977 a bordo della Lancia Stratos HF, soprannominata la “bête à gagner” (la bestia per vincere); l’Alpine-Renault A110, con la famosa tripletta del 1973, che vide un podio di sole berlinette; la 131 Abarth, vincitrice nel 1980 con Walter Röhrl; la Lancia 037, costruita tra il 1982 e 1983 appositamente per partecipare al Campionato del mondo rally e la Lancia Delta S4, con la vittoria di Miki Biasion nel 1987.

Il percorso 2022, quasi completamente modificato rispetto al 2021, sarà composto da 17 speciali e 320 chilometri cronometrati e vedrà il ritorno di 2 speciali notturne in apertura di gara, oltre che l’ingresso delle nuove vetture ibride Rally1.

Per seguirlo in diretta, basta andare sulla sezione All Live, del sito del Word Rally Championship.