Reading Time: 2 minutes

Dal 14 al 17 giugno alla Fortezza da Basso e non solo

Arrivano anche dall’altra parte del mondo per il Pitti Uomo di Firenze. In 102 edizioni ‘il Pitti’, come lo chiamano i fiorentini, ha segnato una svolta per la vita glamour della città capitale della moda per i suoi ricordi legati alle prime sfilate della Sala Bianca di Palazzo Pitti, che negli anni Cinquanta segnarono l’atto di nascita del Made in Italy e della moda italian. Oggi è la destinazione obbligatoria per tutti coloro che lavorano e ruotano intorno a questo settore.

Dal 14 al 17 giugno 2022, l’edizione n. 102 è una manifestazione fatta di eventi, sfilate e installazioni che mettono sottosopra tutta la città e comunicano con il mondo.

A partire dalla sfilata-evento della designer anglo-giamaicana Grace Wales Bonner che la sera del 14 presenta la sua collezione per la prossima primavera/estate all’interno di un palazzo storico fiorentino, poi c’è Ann Demeulemeester, guest of honour di questa edizione, con un progetto celebrativo dello stile iconico del brand, oggi sotto l’egida di Claudio Antonioli che nel 2020 ha preso le redini del marchio; l’installazione alla Stazione Leopolda è curata personalmente dalla stessa designer belga. Tra anteprime e progetti speciali durante Pitti Uomo si celebrano anche anniversari importanti, come quello dei 70 anni di Roy Roger’s, il primo brand italiano di denim che festeggia la sera del 14 a Palazzo Vecchio con un cortometraggio realizzato dal fotografo Bruce Weber. I 40 anni di Wp Lavori in Corso che festeggia all’Area Monumentale con il lancio della nuova collezione del brand Baracuta.

Fuori dalla Fortezza, Superga sceglie la Loggia del piazzale Michelangelo per lo special event che ha come ospite d’onore la supermodella e attrice Emily Ratajkowski. E il 16 giugno, Gucci presenta il suo nuovo café & cocktail bar Giardino 25 in piazza della Signoria 37, ultima aggiunta al Gucci Garden, lo spazio ideato dal direttore creativo Alessandro Michele.