Reading Time: 2 minutes

Cosa fare e dove andare tra borghi, tradizione e città d’arte

Dalle città d’arte al mare, dalle degustazioni in cantina alle tradizioni folkloristiche, la Toscana è la destinazione ideale per una piccola fuga di Pasqua. Ecco qualche suggerimento.

FIRENZE

Un grande classico: un bel weekend nella culla del Rinascimento, che per Pasqua è avvolta dalla magia dello Scoppio del Carro. La domenica mattina parte la processione del carro chiamato brindellone, che attraversa la città seguito dal corteo storico fino a fermarsi tra il Duomo e il Battistero. All’interno della cattedrale arde dal sabato il sacro fuoco, usato per accendere la miccia che farà sfrecciare lungo una fune un piccolo razzo a forma di colomba, simbolo dello Spirito Santo, che quando arriva al carro accende una serie di petardi dando vita a uno spettacolo pirotecnico unico, che predice, secondo la tradizione, un buon raccolto.

PIENZA, MONTEPULCIANO E MONTALCINO

Tra campi dorati, filari di cipressi e borghi senza tempo, la Val d’Orcia è uno scrigno di gioielli dal valore inestimabile. Tra questi Pienza, l’incantevole città di Papa Pio II dove acquistare il celebre pecorino e il Venerdì Santo assistere alla processione degli Scalzi, oppure Montalcino e Montepulciano, patria di alcuni dei vini più celebri al mondo, dove perdersi tra degustazioni e file interminabili di vigneti.

SIENA

Un’altra perla toscana tutta da scoprire è Siena, dove fino al 30 aprile Palazzo Piccolomini delle Papesse ha riaperto dopo 12 anni le porte all’arte per ospitare la grande mostra dedicata a Dalì. Una Pasqua da vivere nella meravigliosa città a forma di chiocciola, alla scoperta di piazza del Campo, del Duomo e di tutti gli angoli e le stradine medioevali di un centro storico che non ha uguali.

MAREMMA

Per chi ha voglia di mare, da non perdere PasquaVela a Porto Santo Stefano: una regata storica che si conclude termina a Pasquetta, quest’anno dal 16 al 18 aprile, ammirabile anche dal lungomare. E tornati sulla “terraferma”, non dimenticate una visita al vicino Giardino dei Tarocchi, piccola Parc Güell della Maremma.