Reading Time: 1 minutes

La storia dell’antica produzione tessile in Toscana

Prato fonda la sua storia sulla tradizione tessile. Da più di 800 anni questo settore rappresenta il principale sostentamento della città e, il Museo del Tessuto, è una tra le maggiori istituzioni europee dedicate alla valorizzazione delle stoffe antiche e contemporanee.

Nato nel 1975 all’interno del Istituto Tecnico “Tullio Buzzi”, dal 2003 l’area espositiva occupa i prestigiosi spazi restaurati della Ex Cimatoria Campolmi, opificio dell’800 ed importante esempio di archeologia industriale locale.

La collezione è costituita da oltre 7000 reperti, abiti, accessori ed illustrazioni di moda, che documentano la storia del tessuto dall’era paleocristiana fino ai nostri giorni, a cui si aggiunge un corposo archivio di campionari d’azienda di epoca industriale, una sezione dedicata ai materiali moderni, oltre a macchinari e strumenti di lavoro.

Il museo si colloca in un territorio che vanta una tradizione tessile millenaria ed uno dei più importanti distretti produttivi T&A d’Italia, con oltre 6000 imprese, di cui si fa promotore attraverso le proprie iniziative culturali.

Il percorso espositivo, le mostre tematiche, le attività educative per le scuole e le famiglie e gli eventi ludici sono gli elementi con cui lo spazio persegue la propria mission di divulgazione e diffusione dell’esperienza tessile antica e contemporanea. 

Per chi ama la moda, e la sua storia, il Museo del Tessuto di Prato si rivela una tappa fondamentale per conoscere e approfondire questo mestiere pieno di fascino.

Per Maggiori informazioni:

Museo del tessuto di Prato

Via Puccetti 3 – 59100 Prato (PO)

+39 0574 611503

info@museodeltessuto.it

www.museodeltessuto.it