Reading Time: 2 minutes

Stile e proporzioni perfette

L’architettura va di moda. Non c’è dubbio che qualcosa di molto forte unisca questi due linguaggi, soprattutto quando si tratta di lavorare con proporzioni, volumi e materiali.

Il rapporto tra designer e architetti si esprime in svariate forme, una delle quali ad esempio riguarda il design degli interni dei flagship store, spesso affidati a vere e proprie archistar. Disegnato da Massimiliano e Doriana Fuksas, due tra gli architetti italiani più famosi al mondo, lo store Armani a New York è stato concepito come un grande spazio fluido senza nette distinzioni. Lo showroom occupa i primi tre piani di due edifici posti tra la centralissima Fifth Avenue e la 56th Street, ed ha il suo elemento peculiare in una vorticosa scala, che rappresenta l’unico elemento di collegamento tra piano terra, secondo e terzo piano. L’edificio Tod’s a Tokyo è uno degli esempi meglio riusciti di come il lavoro degli architetti nella moda possa portare a risultati amati sia dalla critica che dal pubblico. Esso presenta sulla facciata una interessantissima reinterpretazione degli alberi di olmo delle strade di Omotesando. Autore del progetto è l’architetto Toyo Ito, che nell’intreccio di vetro e cemento ha creato un’architettura evocativa, organica e dinamica.

Il direttore creativo di Saint Laurent, Hedi Slimane, ha personalmente progettato gli interni marmorizzati e specchiati dei propri negozi. I suoi interni ispirati all’Art Déco si basano sui principi dell’Unione degli artisti moderni, un movimento artistico e architettonico che fu prevalente in Francia durante la prima metà del XX secolo e sostenne la semplicità e la qualità dei materiali. Una tavolozza monocromatica di marmo e cemento attraversa lo spazio, che è minimamente arredata con disegni di modernisti tra cui Jacques Adnet, René Herbst e Marcel Breuer. “Il concetto e l’architettura, progettati da Hedi, si basano su una traduzione minimalista delle tecniche e dei materiali del movimento modernista francese”, ha affermato il marchio.