Reading Time: 1 minutes

Quando la scarpa diventa un oggetto del desiderio

Se la moda passa, lo stile resta. Soprattutto quando si parla delle scarpe firmate Christian Dior, da sempre sinonimo di femminilità e opulenza e quindi fashion come poche altre.

Almeno una volta nella vita ogni donna si è innamorata di una scarpa disegnata dalla maison francese, che si è sempre distinta, sin dai primi modelli nati a metà del secolo scorso, per grazia ed eleganza.

Negli anni la scarpa Dior ha saputo rinnovarsi puntando verso soluzioni inusuali e accattivanti, in particolare con l’ex direttore creativo John Galliano. Grazie a lui, la maison francese ha saputo combinare al meglio classico e moderno in un connubio perfetto. Sono modelli ultra chic, sensuali e avvolgenti, capaci di miscelare il “new look” di Dior con elementi ispirati a mondi distanti tra loro: dallo street style del ghetto al dandismo inglese, fino alle donne masai e le principesse native indiane. Al tempo stesso la ricerca di modelli raffinati ma fuori dal comune ha coinvolto la scelta dei materiali e dei colori, spesso vivaci e ricchi contrasti.

“I decolleté stanno bene con tutto” diceva Christian Dior, riferendosi al modello di punta della maison. A punta stretta o leggermente quadrata, con il classico tacco vertiginoso proposto in forme sempre più insolite, i decolleté Dior restano un must per tutte le fashion victim. Insieme alle ballerine, che rappresentano un altro equilibrio perfetto di classe senza tempo ed esuberanza. In pelle, a punta stretta, con inserti in pvc e contrasti cromatici molto azzardati. Per questo ancora oggi le scarpe Dior sono la prima scelta di molte celebrities e fanno sognare milioni di donne.