Reading Time: 2 minutes

La piccola Venezia del Mediterraneo

Livorno è molto spesso messa in secondo piano dagli altri capoluoghi toscani, in realtà nasconde un fascino particolare, conferitogli forse proprio dal suo essere un posto di passaggio, una città di mare, sede di consolati e compagnie di navigazione.

Qui si può trovare ancora oggi l’assetto datole dai Medici tra il cinquecento e il seicento: la cinta muraria pentagonale circondata da fossi navigabili, le fortificazioni dal caratteristico colore rosso tra cui la Fortezza Vecchia, il Duomo e la Via Grande famosa per i porticati.

Molte sono le attrazioni e i luoghi che Livorno offre, ma soprattutto vi consigliamo di scoprire il suo senso dell’umorismo, la sua eccellente cucina ed i caratteristici “fossi”.

I canali, proprio come quelli tipici di Venezia, sono un pò come piccole stradine. Divenuti anch’essi simbolo della città, nel 2002 infatti sono stati entrati a far parte del Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco. Uno dei modi migliori per visitare Livorno è proprio quello di percorrere con una barca i suoi fossi e scoprire degli scorci che altrimenti rimarrebbero nascosti.

Il Mercato Centrale è probabilmente una delle strutture architettoniche più interessanti che abbina il ferro al vetro. Il mercato ospita più di 200 banchi alimentari e non solo: vi consigliamo di sostare verso l’ora di pranzo o per un’aperitivo per assaporare i tradizionali piatti di pesce e gustare a pieno la sua energia.

La Terrazza Mascagni, con il caratteristico pavimento a scacchi bianchi e neri, è uno dei luoghi più rappresentativi della costa toscana: una vera e propria bellissima piazza sul mare da cui poter godere di un panorama mozzafiato.

Per ultimo ma non per questo meno importante, una visita a Livorno merita sicuramente per il Cacciucco: un’autentica istituzione locale. Si può scegliere sia con che senza pesci con la lisca; tradizionalmente vengono usati i resti o quelli meno pregiati, cotti a lungo e serviti con del pane tostato, aromatizzato all’aglio.

Una città autentica, come i suoi abitanti, che fa delle sue diversità la vera attrazione: ironica e mai banale riesce a sorprendere per la semplicità e la sua bellezza.