Reading Time: 2 minutes

Il programma dell’estate

Costruita negli anni ’30 dall’Ingegner Pier Luigi Nervi, la Manifattura Tabacchi rappresenta una delle più significative espressioni dello stile razionalista italiano. All’interno di un innovativo processo di rigenerazione urbana, il programma degli eventi temporanei e delle iniziative rivolte al quartiere e alla città, contribuisce all’attivazione dei rinnovati spazi della Manifattura, aperti al pubblico tutti i giorni durante l’estate 2019.

Il progetto B9 (da Building 9) si articola su circa 3000 mq di superficie tra spazi interni ed esterni e propone una visione realistica della Manifattura di domani: aperta alla città, connessa con il mondo, sostenibile e creativa; un incubatore di innovazione per la città e una nuova eccellenza internazionale, dove quotidiano e straordinario convivono; un centro contemporaneo per Firenze, che sia polo culturale e artistico di giorno e palcoscenico della scena musicale di notte. B9 integra inoltre l’installazione site specific ideata dal neurobiologo Stefano Mancuso e a cura di PNAT: la prima Fabbrica dell’Aria, dispositivo sperimentale che riduce l’inquinamento indoor sfruttando la capacità delle piante di assorbire e degradare gli inquinanti atmosferici. Anche l’arte contemporanea è presente nel cortile della Ciminiera con TOAST Project Space, un micro-spazio indipendente curato dall’artista Stefano Giuri dove giovani artisti di provenienza internazionale sono invitati a produrre opere site specific a cadenza bimestrale. 

A partire da settembre e per sei mesi vedranno impegnati, negli spazi dell’ex fabbrica della Manifattura Tabacchi sei giovani artisti internazionali. Il progetto ideato e curato da Sergio Risaliti, storico e critico d’arte, direttore del Museo Novecento di Firenze, fa parte de LA CURA, LA MERAVIGLIA, L’ARMONIA, progetto di residenze triennale nel corso del quale gli artisti si confrontano con lo spazio e la storia di Manifattura Tabacchi in un percorso di ricerca artistica che prevede tra l’altro visite mirate a spazi e istituzioni del territorio toscano e una serie di laboratori tenuti da artisti affermati a livello nazionale e internazionale.