Reading Time: 1 minutes

Le borse preferite dei vip

Bottega Veneta continua la celebrazione del suo inconfondibile stile “intrecciato”, che l’ha resa celebre nel mondo a partire dagli anni ’60, con la mostra itinerante “The Knot: a retrospective”.

La “Knot” è una clutch con serratura a nodo ed è diventata la borsa più rappresentativa di questa speciale lavorazione della pelle. Amata dalle celebrites di tutto il mondo, è sempre presente nelle collezioni donna di Bottega Veneta, e fino ad oggi ne esistono più di 300 versioni, compresa una versione in oro 18 carati.

La retrospettiva dedicata alla Knot è una sorta di mostra-archivio intinerante che regolarmente viene ospitata nelle boutique di tutto il mondo con lo scopo di far conoscere le numerose declinazioni della borsa realizzate a partire dal 1978. Come afferma il direttore artistico Tomas Maier l’azienda non ha mai conservato un archivio per cui per ricostruire la storia della “Knot” hanno dovuto cercare in negozi vintage specializzati e presso collezioni private dando vita ad una vera e propria caccia al tesoro. Un elaborato gioco di vernice nella “Origami Knot”, applicazioni di antichi cristalli nella “Vintage Jewel Knot”, l’effetto pizzo nella versione in metallo della “Metal Lace Knot”, un intreccio in sterling silver, satin imbottito e coccodrillo sono solo alcune delle declinazioni che la Knot ha incarnato nel corso degli anni.

Questa borsa ha quindi un significato storico ma sopratutto creativo. Sempre come afferma Maier, “La “Knot” è il vero simbolo di Bottega Veneta, rappresenta un legame tra la storia dell’azienda e il suo futuro. Per me è un piacere disegnarla ed è un’opportunità di esplorazione creativa del tutto speciale”.