Reading Time: 2 minutes

La fotografia dallo studio ai paesi esotici (1900-1969)

Tra il 1900 e il 1969 la fotografia di moda ha subito enormi cambiamenti. Il materiale d’archivio unico del Palais Galliera viene mostrato per la prima volta ad Amsterdam per illustrare questa straordinaria storia. Questa mostra racconta non solo il passaggio dalla fotografia in studio ai servizi all’aperto, ma anche gli sviluppi nella fotografia stessa, il ruolo della donna, il turismo e la moda prêt-à-porter. La mostra espone fotografie e riviste uniche che sono normalmente custodite negli archivi dell’Istituto di moda francese.

Lo sviluppo storico della fotografia di moda, dalle ambientazioni in studio alle riprese all’aperto, è una storia di emancipazione e liberazione, sia in termini visivi che geografici. La mostra racconta come nel corso degli anni i corpi delle donne abbiano guadagnato una crescente libertà – partendo da pose statiche, avvolti in abiti lunghi e passando ad attività sportive, prendendo il sole o semplicemente ridendo e camminando per la strada. Nello stesso periodo la fotografia è passata dal bianco e nero al colore e la gamma di luoghi in cui sono state realizzate queste fotografie si è ampliata enormemente a causa dell’avvento del turismo in tutto il mondo.

Outside Fashion mostra quasi 150 fotografie di altissima qualità, dalle superbe stampe vintage in gelatina d’argento alle splendide proiezioni Ektachrome. La mostra comprende opere di importanti pionieri della fotografia di moda compresi tra il 1900 e il 1969. La couture che hanno fotografato è di brand di moda iconiche e designer come Balenciaga, Dior, Fath, Hermès, Poiret e Schiaparelli. Le fotografie sono state originariamente pubblicate su riviste di moda specializzate come Excelsior Modes, Fémina, Harper’s Bazaar, Le Jardin des Modes, Les Modes e Vogue, di cui non meno di 32 esempi originali saranno esposti in vetrina. Gran parte del materiale espositivo non è mai stato pubblicato e viene mostrato al pubblico per la prima volta.