Reading Time: 2 minutes

Una pausa tra natura e relax.

Nel cuore del principato di Monaco esiste una piccola oasi di natura e relax dal sapore orientale, stiamo parlando del Giardino Zen di Monte Carlo, voluto dal Principe Ranieri III in onore della Principessa Grace Kelly.

L’atmosfera è quasi surreale in quanto ci troviamo nella parte più edificata della città, ed è proprio qui che si articola il parco naturale disegnato dall’architetto paesaggista Yasuo Beppu che si estende per 7000 mq. La dimensione di per sé non è enorme se rapportata alla nostra concezione di parco, ma risulta invece molto grande in riferimento ai giardini giapponesi medi.

Indipendentemente dai diversi stili che questo tipo di giardino può avere, la finalità che li accomuna tutti è la ricerca dell’armonia, ogni elemento anche quello più insignificante ha lo scopo di creare un senso di equilibrio e si carica di valore simbolico. Come il ponte rosso che rappresenta la felicità e conduce verso le isole che rappresentano gli dei.

La continua alternanza di alberi e piante di diverse tonalità, di ruscelli e pietre perfettamente levigate conferiscono allo spazio un’atmosfera rilassante per la mente e per la vista. Tutto questo è finalizzato alla rappresentazione, in miniatura, di tutti gli elementi che compongono la natura come le spiagge, i laghi, i monti i prati ecc.

Se il bamboo utilizzato per le parti costruttive, come la Tea House o il Master Gate, è stato importato direttamente dal Giappone il discorso è diverso per quanto riguarda la vegetazione. La particolarità, che in un primo momento può sembrare un punto debole, è che le piante presenti sono europee in quanto il microclima è diverso da quello del Giappone. L’architetto Yasao Beppu le ha coltivate e tagliate per ben 3 anni prima che fossero pronte a riprodurre quasi alla perfezione delle vere piante giapponesi. Una vera e propria dimostrazione di spirito zen!

L’ingresso è gratuito e gli orari d’apertura sono dalle 9 alle 17.45 o 18.45 (a seconda della stagione).