Reading Time: 4 minutes

Le ricette che non ti faranno annoiare in quarantena

Le giornate passano più velocemente se si trascorre il tempo in modo piacevole o se in casa aleggiano i profumi di nuove ricette. Direttamente dalla nostra iniziativa “The Sweet Quarantine” vogliamo proporvi alcune ricette della tradizione ligure e toscana nate dalle collaborazioni con lo Chef Giuseppe Rossi del ristorante La Pignese di Sanremo e con ToscaNino, la proposta gastronomica di The Mall Firenze.

Iniziamo con la Sardenaira, una ricetta tipicamente sanremese, assomiglia nell’estetica a una pizza ma guai a scambiarla per quest’ultima. È composta da una base di focaccia su cui viene stesa un abbondante strato di salsa di pomodoro, cipolle rosse, olive taggiasche, capperi, aglio, origano e filetti di acciughe.

Ma scendiamo nel dettaglio della ricetta, gli ingredienti sono:

500 gr di farina 00

1/2 litro d’acqua

10 gr di lievito di birra

Mezzo bicchiere di olio d’oliva

15 gr di sale

Passata di pomodoro

Cipolla tritata

Origano

Capperi

Acciughe

Aglio

Olive

Procedimento:

Sciogliete il lievito in acqua tiepida, versate l’olio nella farina e solo successivamente aggiungete l’acqua con il lievito, infine salate. Lavorate l’impasto e lasciatelo riposare per 30 minuti. Nel frattempo rosolate la cipolla tritata in padella, aggiungete origano, capperi e acciughe e successivamente la passata di pomodoro. Stendete l’impasto in una teglia e conditelo con la salsa che avete preparato infine aggiungere sopra le olive taggiasche e l’aglio. Mettete la vostra sardenaira in forno a 170° per 40 minuti, il gioco è fatto!

La seconda ricetta è invece tipicamente toscana, stiamo parlando dei Tortelli alla Mugellana, un piatto con una lavorazione un po’ più lunga ma il risultato è garantito.Una ricetta antica che racchiude un gran sapore nonostante gli ingredienti semplici.

Procediamo con gli ingredienti per 6/8 persone:

500 gr di farina

5 uova

500 gr di patate

Prezzemolo

1 spicchio d’aglio

Parmigiano

2 cucchiai di ragù di carne

5 cucchiai di olio extra vergine di Oliva

Sale e pepe q.b.

Procedimento:

Impastare la farina con le uova, lavorare l’impasto e metterlo a riposare. Nel frattempo preparate il ripieno: mettete a lessare le patate con la buccia,  intanto tritate l’aglio e il prezzemolo e soffriggeteli leggermente in padella. Una volta lessate le patate, sbucciatele e unitele alla salsa creata con l’aglio e il prezzemolo, aggiungete anche il parmigiano grattugiato, il ragù, sale e pepe q.b. mescolate il tutto fino ad ottenere un impasto omogeneo.Tirate la sfoglia il più sottile possibile e create delle strisce larghe circa 12/15 cm. Aiutandovi con un sac a poche o con un cucchiaio posizionate il ripieno a piccoli mucchietti equidistanti al centro della striscia di pasta. Ripiegate la sfoglia su se stessa e date forma ai tortelli con le mani (assicurandovi di aver fatto abbastanza pressione affinché il tortello rimanga chiuso) e tagliateli con una rotella taglia-pasta o con un coltello. Mentre aspettate di cucinarli spolverate i tortelli con la farina per evitare che si attaccano tra loro. Cucinate i tortelli in abbondante acqua salata per 5/6 minuti, ma vi consigliamo di assaggiarli prima di scolarli, i tempi di cottura dipendono dallo spessore della pasta. I tortelli possono essere serviti con olio e parmigiano, ma se volete assaporarli al meglio, come si fa in Toscana, condiscili con il ragù. Buon appetito!

Torniamo ora a una ricetta tipicamente ligure, stiamo parlando del Brandacujun un piatto a base di stoccafisso e patate rivisitato in questo caso dallo Chef Giuseppe Rossi.

Iniziamo con gli ingredienti:

500 gr di stoccafisso

500 gr di patate

Olio extra vergine di oliva

Prezzemolo

Sale

Pepe

Succo di limone

Olive e pomodori secchi sott’olio

Pane tostato

Procedimento:

Lasciate lo stoccafisso ammollo e successivamente rimuovete le lische. Bollite lo stoccafisso e le patate pelate e fatte a pezzi in acqua salata fino a quando non diventano morbidi, circa 30 minuti. Successivamente scolateli, metteteli in una ciotola e schiacciateli con un forchetta fino ad ottenere una purea liscia. Aggiungete il pepe, il succo di limone, l’olio con l’aglio tritato, il prezzemolo tritato e il sale. Mescolate il tutto in modo omogeneo. Una volta ottenuta la crema disponetelo nel piatto e condite il tutto con pomodori secchi e olive sott’olio, aggiungete il pane tostato e il piatto è servito!

Le ultime due ricette di cui vogliamo parlarvi oggi riguardano dei condimenti che rappresentano al meglio la tradizione ligure e toscana nel mondo.

Iniziamo dal Liguria con una ricetta semplice e veloce ma squisita. Stiamo parlando del pesto, vietato farlo se non avete a disposizione mortaio in marmo e pestello in legno!

Ingredienti:

Aglio

2 cucchiai di pinoli

3 manciate di basilico

Mezzo bicchiere di olio extra vergine di oliva

2 cucchiai di parmigiano

Sale

Procedimento:

Schiacciate con il pestello l’aglio sul fondo del mortaio e successivamente aggiungete i pinoli e fate lo stesso. Aggiungere il basilico e pestatelo, infine aggiungere il parmigiano e l’olio …il pesto è pronto! 

Passiamo ora alla Toscana con una ricetta molto più lenta ma che racchiude in se tutti i sapori della regione, un condimento perfetto per i tortelli alla Mugellana. Stiamo parlando del Ragù.

Ingredienti:

1 kg di carne di macinato di manzo

3 salsicce

200 gr di carote

400 gr di cipolle

200 gr di sedano

400 gr di passata di pomodoro

2 bicchieri di vino rosso

Sale, pepe e olio extra vergine q.b.

Procedimento:

Tagliare le verdure a pezzi non troppo piccoli, mettetele in una pentola (preferibilmente anti-aderente) e fatele rosolare con olio. Successivamente aggiungere il macinato e le salsicce sbriciolate. Lasciate il tutto rosolare e asciugare bene fino a quando non sarà ben cotto. Aggiungete ora il vino rosso e lasciatelo evaporare completamente. A questo punto aggiungete la passata di pomodoro e 400cl di acqua e cuocere a fuoco lento per 3 ore. Il ragù è pronto!