Reading Time: 1 minutes

Un viaggio nella Francia del Sud

Forte è il legame che unisce i profumi e la terra della Provenza. È proprio nella Francia del Sud, nella zona che si estende dalla sponda sinistra del fiume Rodano al confine con l’Italia, che si è sviluppata l’arte profumiera. Un viaggio in Provenza è un immersione di colori e profumi: dai campi viola di lavanda e dei gelsomini ai borghi arroccati sui monti.

Profumi e aromi che si ritrovano anche nella gastronomia provenzale, ricca di sapori della tradizione, antichi legami con la terra e accostamenti inediti.

Protagonista assoluta in Provenza è la lavanda. Da giugno a metà agosto i campi vicino Grasse, considerata la capitale mondiale dei profumi, esplodono di profumi.  Vi consigliamo di fare l’Itinerario della Lavanda, un percorso di 65 km, tra giugno e luglio, quando è tutto viola. Partendo da Cavaillon si incontrano tanti villaggi come Coustellet e Chateau du Bois, che entrambi vantano il Museo della Lavanda.

Molti sono i prodotti che si possono degustare: dal miele alla lavanda ai rimedi naturali per punture d’insetto. Alla lavanda vengono attribuite numerose proprietà: sedative, antispastiche, antinfiammatorie ed antimicrobiche. In particolare, l’olio essenziale è utilizzato per numerosi scopi. Un altro prodotto tipico sono i saponi di Marsiglia, di ogni fragranza, forma e colore, fra cui quello all’olio di oliva, eccelso per qualità.

Oltre alla lavanda, il Sud della Francia offre menta, alloro, basilico e rosmarino. Ingredienti preziosi per gli infusi, in grado di risvegliare la mente e aggiungere buon umore alla giornata.

Utilizzate da secoli nella cucina tipica di queste zone, le erbe aromatiche costituiscono un ingrediente prezioso che aggiunge ad ogni piatto un tocco speciale. Onnipresente l’aglio che trova la sua massima espressione nell’aioli, una potente maionese. Non a caso in Provenza ha sede il maggior numero di ristoranti stellati di Francia.