Reading Time: 1 minutes

Flora, fauna e molto altro

Flora, fauna e molto altro per un look eccentrico e ipnotico. Alberta Ferretti, Roberto Cavalli, Ermanno Scervino: le stampe optical rapiscono gli sguardi che si perdono in un effetto sinuoso, i fiori tornano a essere di tendenza in visione opulenta e lussureggiante, mentre le grafiche astratte sembrano ispirarsi alle opere d’arte contemporanee.

La moda di Roberto Cavalli è da sempre all’insegna di un caleidoscopio di stampe ed immagini, un universo di differrenti ambientazioni, una serie di visioni in cui tutto viene mescolato e sovvertito. Il velluto si fonde con il denim, le stampe e i tessuti Navajo si abbinano ai preziosi broccati e i kimono in seta frusciante si indossano sopra cargo pants militari. Disegni che ci rimandano dal Giappone Imperiale all’America, al periodo vittoriano agli anni 70, dalle sartorie inglesi all’ultimo concerto rock a Coachella. Tessuti sperimentali e una ossessione per i dettagli: questo l’universo di Ermanno Scervino per l’estate 2018, dove la bellezza è un punto di partenza e di arrivo.

Un tailleur che diventa prezioso grazie ai decori floreali e alle perle, la tuta diventa sci-fi ma in mille righe bluette alla marinara e l’abito da sera scopre la sensualità della trama del pizzo plissè in un look total black. Per Alberta Ferretti Ci sono le righe marinare ma rese più romantiche da inserti di fasce di pizzo. Ci sono le giacche da ammiraglio, impreziosite da ricami di perline e tocchi dorati. E ci sono persino stampe che riproducono con cura i fondali marini con le loro creature surreali, sotto forma di lunghi abiti da sera arricchiti da bordi di pizzo a contrasto. E poi gli accessori: borse a tracolla in cuoio in perfetto stile gypsy con inserti e disegni floreali dal sapore romantico.