Reading Time: 1 minutes

Simboli romantici

Alberta Ferretti è stile, femminilità, romantica eleganza e glamour. Scopriamo, attraverso i suoi accessori, questa storia italiana tutta al femminile.

Alberta Ferretti nasce a Cattolica, Rimini, il 2 maggio del 1950. La madre possiede una grande sartoria, così, fin da piccola, Alberta ha la possibilità di alimentare quell’innato senso estetico e quella passione per la moda che la renderanno una delle più rinomate firme del made in Italy. Le materie prime di pregio, i cromatismi e le lavorazioni artigianali sono il suo tratto distintivo, un heritage che ha sempre presente. Umiltà, passione e ambizione. Un’ambizione positiva, quella di fare cose belle. Sono questi gli importanti valori che hanno guidato Alberta Ferretti sin da giovane e che ancora oggi accompagnano il suo stile. 

Vestiti che enfatizzano la bellezza e la femminilità, senza mai mascherare le caratteristiche di chi li indossa. Una dimensione umana fondamentale, per una donna consapevole che la femminilità e la dolcezza sono forme di potere. Una moda quella di Alberta Ferretti che valorizza la femminilità in modo naturale, equilibrato. Una visione al tempo stesso stilistica e imprenditoriale caratterrizza Alberta Ferretti che da sempre ha messo in equilibrio l’eleganza dei vestiti con la loro funzionalità. Uno stile preciso, stilisticamente coerente nel tempo, caratterizzato da decorazioni romantiche, riferimenti storici e contenuti culturali ma anche alta sartorialità. Questa visione della moda le hanno valso numerosi riconoscimenti, tra i quali nel 1998 la nomina a Cavaliere del Lavoro dal Presidente della Repubblica Italiana Oscar Luigi Scalfaro, nel 2000 la Laurea ad Honorem in Conservazione di Beni Culturali per il recupero del Castello di Montegridolfo e, nel 2005 il premio alla Carriera e il Premio “The Romantics” consegnatole da Anna Wintour.