Reading Time: 2 minutes
La nuova collezione, che presenta gli abiti secondo la personale visione di Giorgio Armani, lascia davvero senza parole. Caleidoscopio: è questo il nome che porta la sfilata con le meravigliose creazioni del Re della moda.

Una meravigliosa celebrazione dell’eleganza e del fascino, in cui la luce gioca come un caleidoscopio e si rifrange in tante sfaccettature a seconda di come colpisca i tessuti morbidi e lucidi. Armani è veramente capace di far emergere la vera bellezza negli abiti che confeziona.

La prima cosa che colpisce è sicuramente la scala cromatica e le diverse sfumature, che assumono gli abiti man mano che passano sulla passerella. La collezione per l’inverno sembra un tramonto, quella per la primavera estate, ricorda i colori dall’alba alla notte.

Si inizia con un bellissimo grigio perla brillante nei tailleur a volte a due, a volte a tre pezzi, che disegnano la silhouette, con una linea fluida e morbida.

Si passa a un turchese chiaro per gli abiti di media lunghezza, che propongono comunque un morbido pantalone sotto. I tessuti diventano più opachi grazie all’organza e allo chiffon.

Il colore si intensifica e si arriva al bianco. Anche gli abiti si fanno da giorno e si scoprono le gambe con i più sportivi shorts.

Quando arriva la notte, gli abiti si fanno lunghi e di colore blu navy, blu notte, nero, in alcuni in particolare, un cielo stellato diventa la stampa dei capi.

Le piccole giacche destrutturate, abinate ai pantaloni larghi che scoprono la caviglia e mettono in mostra le scarpe stringate e basse, danno un aria leggermente mascolina, ma totalmente sensuale e cool.

Tra gli accessori le piccole pochette da tenere in mano e le calotte leggermente storte sul capo, a volte ricordano una mezza luna.

Una collezione veramente scintillante che lascia senza fiato gli appassionati e le sue fedelissime fashion victim.