Reading Time: 1 minutes

Come affrontare il calo delle temperature

I climi freddi, la neve e il buon senso imporrebbero l’uso di calze e calzettoni per evitare il congelamento, ma a ben guardare, da qualche anno a questa parte, si assiste ad un curioso fenomeno che interessa le nostre estremità: le gambe nude anche in inverno.

Del resto si sa, non c’è niente di più bello e attraente della pelle in vista, in ogni momento dell’anno. Anzi, rendere visibili le gambe anche in stagioni non propriamente indicate è un atto creativo e di coraggio da non sottovalutare! Ecco allora alcuni consigli utili per “indossare” le gambe nude anche in inverno senza rischiare l’ipotermia.

Non esagerate con la nudità, i centimetri di pelle scoperta devono in ogni caso essere proporzionati alla temperatura, è comunque inverno! Per cui, esponete solamente una parte delle gambe, magari in abbinamento con una longuette. Lasciare le caviglie nude sotto un cappotto color caramello è un buon trucco per seguire la moda del momento.

L’effetto “gamba nuda” è amplificato in modo efficace se il resto del corpo è adeguatamente coperto. Anzi, questo vi aiuterà ad evitare sguardi inquietanti mentre il contrasto renderà le gambe nude ancora più interessanti. Per cui largo a cappelli, sciarpe e maglioni oversize accompagnati da un sandalo aperto.

I calzini, meglio se corti o raccolti sono uno splendido alleato per sfoggiare liberamente le vostre gambe. L’ultima tendenza li vuole coloratissimi, meglio se abbinati a un sandalo aperto oppure un ankle boots.

Per indossare le gambe nude in inverno è in ogni caso preferibile adottare una strategia. Per cui frequentate luoghi o situazioni dove avete la sicurezza di essere al caldo e al chiuso. Per gli spostamenti preferite invece taxi e macchina alla bicicletta.

In ogni caso meglio essere previdenti perché non si sa mai, il tempo potrebbe cambiare. Potrebbe nevicare!