Reading Time: 2 minutes

Fiorentini a Milano: Cavalli, Gucci e Ferragamo

Si respira aria di rinnovamento alla Fashion Week di Milano 2015 che si è da poco conclusa, e non parliamo solo delle ultime novità in fatto di moda.

La rivelazione della nuova direzione artistica di Gucci è stata infatti la notizia più importante di una settimana molto intensa che ha visto sfilare i più importanti marchi della moda italiana e fiorentina. La nuova collezione Gucci ha stupito tutti per spontaneità e intensità, definendo un universo maschile dove il femminile e il maschile si incontrano. Genderless è stata la parola d’ordine anche da Gucci dove ha trionfato un uomo romantico, libero ed eclettico. Sulla passerella si alternano bluse con grandi fiocchi, camicie fluttuanti e trasparenti, giacche dal sapore retro, pantaloni pijama morbidi e svolazzanti, l’iconico mocassino reinterpretato in forma di comoda ciabatta. Un uomo Gucci decadente ma con un tocco di ironia e di leggerezza.

Anche Salvatore Ferragamo dipinge un uomo romantico e virile, costruendo un guardaroba materico e stratificato dove si intravedono in trasparenza ricami e disegni geometrici. I capi sono essenziali e senza tempo, i volumi sono oversize e il taglio è sartoriale ed elegante come nella tradizione della maison. I colori per la prossima stagione sono quelli tipici dell’autunno, i grigi, i verde scuro, i blu. Ma non mancano le texture a scacchi per le bluse e disegni di uccelli azzurri per le giacche. L’accessorio definitivo e irrinunciabile è la sciarpa: Ferragamo la proporne in formato maxi, annodata al collo e lavorata con frange e nodi.

La sfilata di Roberto Cavalli è all’insegna della contaminazione: barocco, rock e urban style. Il trend è tutto nella ridefinizione della silhouette e nella consacrazione di una lussuosa eleganza. Il nero trionfa ma cede il passo al bianco e al blu cobalto. Le irrinunciabili stampe animalier e gli effetti tappezzeria sono declinate su giacche di pelle, blazer dalla linea slim e camicie accompagnate da foulard in seta stampata. Sotto alcuni abiti trionfano infine le scritte “No Boundaries” ed “Empathy”, una dichiarazione d’intenti che incarna nei capi maschili la filosofia di Cavalli.