Reading Time: 4 minutes
Hai una forte passione per la moda e cerchi un blog glamour, elegante e dal gusto classico che non tramonta mai? My Glamour Attitude è sicuramente tutto questo. Da aggiungere alla lista dei fashion blog preferiti, My Glamour Attitude è un blog fresco e dal sapore genuino.

Maria Giovanna Abagnale, che cura nei minimi dettagli il sito, è una ragazza solare che, spinta dalla passione per la moda, ha deciso di confezionare questo bellissimo spazio nel quale cura i suoi interessi e le sue passioni. All’interno scoprirai il mondo di Maria Giovanna, fatto di moda femminile e di outfit bellissimi, a volte classici, a volte eccentrici.

Andiamo a conoscere meglio questa ragazza che ha deciso di aprirsi con noi, per sapere qualcosa di più sui suoi gusti e le sue passioni.

Quanto tempo dedichi alla cura del blog? E’ un’attività che si può considerare un lavoro?

Lavoro al blog assiduamente, quasi tutti i giorni. Gestendo tutto da sola non è facile riuscire a programmare il da farsi perché, a differenza di come molti pensano, non basta solo indossare un outfit e scattare qualche foto. Dietro ogni singolo post c’è un lavoro che va fatto step by step. Per quanto riguarda il discorso “lavoro”, questo dipende molto da come è impostato il proprio blog. Ovviamente più tempo ci si dedica, più la cosa viene presa sul serio e curata nei minimi dettagli, allora si che lo si può considerare come tale, Full o Part Time.

Perché il tuo blog è diverso dagli altri?

Io ho impostato il mio blog come se fosse un contenitore di tutto ciò che riguarda la mia vita. In particolare quella legata al campo della moda, ma anche ai viaggi, alle mie passioni e a idee e pensieri che voglio condividere con chi mi segue. Ecco perché “è diverso” dagli altri blog… dentro c’è una parte di me e ognuno di noi è unico, giusto?!

Qual è il tuo stile, l’outfit in cui ti senti di più te stessa, nella vita di tutti i giorni?

Nella vita di tutti i giorni sono molto pratica, essenziale e minimalista. La classica ragazza jeans e maglietta, anche se il look dipende molto dal mio umore! Punto su accessori particolari, amo sperimentare, provare nuovi stili e poi sono una compratrice compulsiva di scarpe e borse!

Siamo curiosi di sapere quanto sei legata alla moda. Secondo te è possibile seguire la moda senza perdere originalità e stile?

È possibile se prendi un trend e lo interpreti a modo tuo. Sono dell’idea che va bene seguire la moda, ma ci sono cose e cose e non tutti sono fatti per portare tutto. Comunque l’importante è cercare sempre di valorizzarsi, senza cadere nel banale o nel ridicolo.

Secondo te, cosa si riesce a comunicare con lo street style? Perché in questo momento è così importante?

Lo street style lo potremmo definire, in un certo senso, una forma d’arte, un modo per comunicare con gli abiti, attraverso la moda. Noi blogger siamo presi spesso di mira, anche con commenti negativi, quando si apre quest’argomento. Siamo considerati “i pagliacci” della fashion week perché magari osiamo un po’ in più con i look, ma ancora non hanno capito che lo facciamo per divertimento e per gioco. La settimana della moda è un’occasione per provare e conoscere nuove forme, nuovi accostamenti e sbizzarrirci sfoggiando outfit più eccentrici che magari non indosseremo mai nel quotidiano!

Raccontaci la preparazione di uno shooting, dalla progettazione alla realizzazione del post.

Avete fatto questa domanda alla blogger sbagliata! Raramente io progetto gli shooting, di solito nascono così dalla vita di tutti i giorni. Faccio una lista dei prodotti da pubblicizzare, creo gli outfit e man mano mi organizzo per scattarli tutti.
Non riesco sempre a fare uno scatto al giorno come vorrei, quindi capitano alle volte mi porto 2/3 outfit da scattare in un solo pomeriggio.
La fotografia è curata dal mio fotografo, soprattutto per le fotografie dei post outfit. Anch’io durante le presentazioni o le sfilate mi cimento dietro l’obiettivo. Il passaggio successivo è l’elaborazione del testo che si riferisce al post, e di questo me ne occupo io in prima persona così come la condivisione sui social.

Conosci l’Outlet The Mall? Ci sei mai stata?

Si lo conosco! È stupendo ma non ci sono mai stata. Prima o poi ci farò un giretto!

Devo uscire fuori a cena con un ragazzo che mi piace: aiutami a fare una buona impressione! Cosa mi metto? Come mi trucco?

Credo che puntare sulla semplicità sia l’arma vincente. Basta indossare qualcosa che ci faccia sentire a nostro agio in base al contesto e alla situazione. Con l’essere se stessi non di sbaglia mai! Comunque col nero raramente si sbaglia, soprattutto se è un appuntamento di sera, magari a cena.

Chi è la tua icona di stile?

Se parliamo di icone di stile per eccellenza allora faccio nomi come Brigitte Bardot oppure Marylin Monroe. Nell’attuale invece mi piace molto lo stile semplice ma di tendenza di Cara Delevigne e poi adoro gli esperimenti eccessivi di Rihanna!

Quali sono i marchi che ti piacciono di più tra quelli in vendita a The Mall?

Senza dubbio Moschino, Valentino, Stella McCartney, Lanvin, Giorgio Armani, Alberta Ferretti, Dior e poi mi fermo altrimenti finisco per elencarli tutti!

Sei seguita da tantissimi lettori: ti senti un po’ un’icona di stile per loro? Che influenza ha questo sulla tua vita di tutti i giorni?

Io icona di stile?! Ma no! Sono felice e lusingata dal riscontro che trovo col mio pubblico, ma resto la ragazza di sempre. La mia vita non è cambiata, se non per i ritmi più frenetici nel cercare di conciliare tutto: blog, università, famiglia, amici e passioni!

Quali sono i tuoi blog preferiti?

Da premettere che mi piace cercarne sempre di nuovi, trovo molto belli i blog wishwishwish.net, chapterfriday.com, tlnique.blogspot.nl e kayture.com.

Raccontaci i tuoi progetti: come ti vedi tra 5 anni? E tra 25?

Intanto continuare questo percorso con il blog, poi un progetto che ho in mente da un po’ di tempo è quello di creare un agenzia web di servizi di marketing e advertising, ovviamente con un network di blogger a seguito! Tra cinque anni mi vedo in una grande città, con un fidanzato (si spera!) ed un lavoro che amo! Tra venticinque invece non riesco proprio a immaginare… sono troppo lontani e io sono una che vive il presente senza programmare troppo il futuro.