Reading Time: 2 minutes

Le grandi mostre dell’inverno

Il nuovo Museo dell’Opera del Duomo di Firenze si rinnova e apre le porte della più grande raccolta di scultura monumentale fiorentina del Rinascimento al mondo. A partire dalla fine di ottobre verranno presentate oltre 750 opere d’arte dei più grandi artisti del tempo: opere di Donatello e Lorenzo Ghiberti, la Pietà di Michelangelo e i ventisette pannelli ricamati in oro e sete policrome del parato di San Giovanni di Antonio del Pollaiolo.

Un nuovo allestimento di 6.000 mq di superficie, più che raddoppiata rispetto al passato, 25 sale su tre piani per mostrare l’arte del rinascimento in un unico grande spazio che dà valore e respiro ad opere visibili per la prima volta dopo un minuzioso lavoro di restauro.

Sempre a Firenze fino a gennaio 2016 Palazzo Strozzi ospita Bellezza divina tra Van Gogh, Chagall e Fontana, un’eccezionale mostra dedicata alla riflessione sul rapporto tra arte e sacro tra metà Ottocento e metà Novecento attraverso oltre cento opere di celebri artisti italiani. Grandi protagoniste della mostra sono celebri di Jean-François Millet, eccezionale prestito dal Musée d’Orsay di Parigi, di Vincent van Gogh dei Musei Vaticani, di Renato Guttuso delle collezioni della Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma, di Marc Chagall, proveniente dall’Art Institute di Chicago.

Attraverso sezioni specifiche, Bellezza divina costituisce un’occasione straordinaria per confrontare opere celeberrime presentate accanto ad altre di artisti oggi meno noti ma il cui lavoro ha contribuito a determinare il ricco e complesso panorama dell’arte moderna.

Al museo Palazzo Blu di Pisa si può approfittare, fino a Febbraio di una grande occasione per ammirare la varietà e la modernità dell’arte di Henri de Toulouse-Lautrec. Attraverso la sua magnifica produzione di dipinti, locandine, litografie e manifesti, Henri de Toulouse-Lautrec è riuscito, più di chiunque altro, a descrivere e caratterizzare una città, uno stile di vita, i colori di una generazione e, più in generale, il vero stile di vita della Parigi di fine Ottocento. La grande mostra di Palazzo Blu intende rappresentare la straordinaria avventura umana e artistica di Lautrec attraverso l’esposizione di importati dipinti e disegni provenienti da rilevanti collezioni pubbliche e private internazionali a coronamento del fondamentale nucleo di opere di grafica, le quali hanno consacrato l’artista tra i “giganti” dell’arte europea ed hanno spianato la strada verso la modernità e verso la diffusione del manifesto pubblicitario che grazie all’artista francese diviene opera d’arte.