Reading Time: 2 minutes

Il film-documentario sulla haute couture

“Si rischia di non essere sé stessi quando si vive ad una distanza riflessa da sé stessi.” J. M. Coetzee

Dior and I è un film documentario che porta lo spettatore dietro le quinte della prima collezione di alta moda creata dallo stilista Raf Simons nella primavera del 2012 per la leggendaria maison Christian Dior. Attraverso immagini inedite, il film ripercorre lo stress delle otto settimane che Simons ha a disposizione per completare la sua collezione d’esordio.

Nel rivelare le dinamiche interne della maison, passando dal processo creativo del direttore artistico al lavoro assiduo delle cucitrici in laboratorio, il film scopre il rapporto personale che si crea tra collaboratori, il loro lavoro e l’eredità di Christian Dior.

Quando nel 2012 la maison francese annunciava che Raf Simons avrebbe riempito l’allora vacante posto di direttore artistico, fu molta la sorpresa. Simons, di origine belga, annoverava tra i suoi lavori una omonima linea di abbigliamento per uomo e fino ad allora era considerato un “minimalista”, si era sempre tenuto in disparte ma sopratutto non aveva mail lavorato nel campo dell’alta moda.

Per creare la sua prima collezione per Dior aveva a disposizione solo otto settimane, anziché i soliti cinque o sei mesi.

Dior and I segue Raf Simons mentre esplora gli archivi Dior in cerca di ispirazione. “E’ davvero una sfida dover lavorare con una eredità così vasta e sublime”, dichiara Simons, mentre vediamo una modella indossare una giaccha Bar del 1947 che ha fatto storia: avvitata, con le spalle larghe e i fianchi in evidenza, la siluette che ne risultava era così diversa dalle tenute squadrate del dopoguerra che Harper’s Bazaar coniò il termine “New Look”, rendendolo immediatamente lo stile di riferimento per i dieci anni a venire.

Dior and I è quindi anche la storia intima di un erede al trono che deve fare i conti con un predecessore di gran peso. Grazie ad una sensibilità empatica ed un ritmo misurato e paziente, il film rivela la sfida di dover trovare la propria strada nonostante la pressione enorme.