Reading Time: 2 minutes

Torna la manifestazione d’auto d’epoca più charmant d’Italia

La Signora delle gare d’auto d’epoca scalda i motori per un’edizione che promette grandi novità.

La corsa più antica d’Italia, nata agli albori del secolo scorso grazie all’iniziativa di un gruppo di gentlemen drivers, giunge quest’anno alla sua 12esima rievocazione storica e per la prima volta aprirà il Campionato Italiano Grandi Eventi.

Tra le novità anche il percorso, che lungo la direttissima Milano-Rapallo-Sanremo offrirà ai ‘bolidi di ieri’ di attraversare i territori di Lombardia, Piemonte e Liguria, facendo fare ai piloti il pieno di bellissimi paesaggi, in un mix di mare e montagna.

Oltre 700 km di gara con più di 180 km di prove speciali, molte delle quali inedite.

Si parte il 6 maggio con i tradizionali giri liberi nell’Autodromo Nazionale di Monza e la parata inaugurale in centro a Milano, per poi muoversi il 7 maggio in direzione Vigevano, fino a Rapallo, e concludere la corsa l’8 maggio a Sanremo, con arrivo nell’iconico lungomare che precederà il raffinato gala dinner di premiazione presso l’Hotel Royal.

In serbo per i partecipanti anche speciali cadeaux firmati dall’indirizzo per eccellenza in fatto di eleganza, The Mall Sanremo, che partecipa alla prestigiosa manifestazione con vari premi e benefit, come l’esclusivo MY LUXURY WALLET, per un’esperienza di shopping completamente personalizzata, o l’omaggio del My Mall Magazine, vademecum con preziose tips sia sulla moda che sul territorio.

Una storia, quella della Coppa Milano-Sanremo, fatta di eleganza, nomi blasonati e gioielli dell’automobilismo, che combina tecnica e glamour richiamando anno dopo anno collezionisti da tutto il mondo, e che ha visto sfidarsi piloti d’eccezione come il Principe Adalberto di Savoia, vincitore nel 1933, stesso anno in cui una giovanissima e neopatentata Rosalinda Bianchi Anderloni a bordo di una mastodontica Isotta Fraschini 8B Cabriolet vinse la Coppa delle Dame, costituita visto il grande numero di partecipanti femminili.

Interrotta nel 1973 a seguito della crisi petrolifera, è tornata dal 2003 in veste di rievocazione storica senza aver perso un grammo del suo fascino, continuando a collezionare partecipanti illustri, come 

Pierfrancesco Favino e Emanuele Filiberto di Savoia.

Una tre giorni indimenticabile, per gli appassionati non solo dei motori ma della bellezza tout court.