Reading Time: 2 minutes

L’evento al Met di New York

Il Metropolitan Museum of Art inaugura la mostra di primavera 2019 del Costume Institute, Camp: Notes on Fashion, in programma dal 9 maggio all’8 settembre 2019. La mostra esplorerà le origini dell’estetica del Camp e come si è evoluta dalla marginalità per avere un’influenza importante sulla cultura tradizionale. Il saggio del 1964 di Susan Sontag su “Camp” fa da sfondo alla mostra, che esaminerà come gli stilisti hanno usato il loro mestiere come veicolo per esprimersi su Camp in una miriade di modi avvincenti, umoristici e talvolta incongrui. La mostra è resa possibile grazie a Gucci.

“La natura dirompente del Camp e la sovversione dei valori estetici moderni sono spesso stati banalizzati, ma questa mostra rivelerà la sua profonda influenza sia sull’arte di nicchia che sulla cultura popolare”, ha affermato Max Hollein, direttore del Met. “Tracciando la sua evoluzione e evidenziando i suoi elementi distintivi, lo spettacolo incarnerà la sensibilità ironica di questo stile audace, sfiderà l’idea convenzionale di bellezza e gusto e stabilirà il ruolo fondamentale che questo importante genere ha avuto nella storia dell’arte e della moda”.

La mostra ospiterà circa 175 oggetti, tra cui abbigliamento femminile e da uomo, oltre a sculture, dipinti e disegni che vanno dal XVII secolo ad oggi. La sezione di apertura della mostra presenta Versailles come un “Camp Eden” e affronta il concetto di “se camper” ovvero “posizionarsi coraggiosamente” alle corti reali di Luigi XIV e Luigi XV. Si concentrerà quindi sulla figura del dandy come “ideale del Camp” e traccia le origini del Camp nelle sottoculture queer in Europa e America tra la fine del XIX secolo e l’inizio del XX secolo. Nel suo saggio Sontag definisce il Camp come un’estetica, e ne delinea le caratteristiche principali. La sezione più ampia della mostra sarà dedicata ad elementi quali l’ironia, l’umorismo, la parodia, il pastiche, l’artificio, la teatralità e l’esagerazione, e la loro espressione nella moda.

L’inaugurazione aprirà con il Costume Institute Benefit, noto anche come Met Gala, lunedì 6 maggio 2019. La serata sarà presieduta da Lady Gaga, Alessandro Michele, Harry Styles, Serena Williams e Anna Wintour. L’evento è la principale fonte annuale del Costume Institute per finanziare mostre, pubblicazioni, acquisizioni e investimenti.