Reading Time: 1 minutes

Il libro che racconta una storia indimenticabile

La collaborazione è l’essenza di Bottega Veneta. E per celebrare questa arte, il brand ha deciso di pubblicare un esclusivo libro che racconta una storia fatta di moda, passione e arte.

Ogni campagna racconta qualcosa di unico e originale sul nostro mondo. Tomas Maier, direttore creativo di Bottega Veneta, crea il progetto Art of Collaboration nel 2002, coinvolgendo fotografi e artisti di fama mondiale nella realizzazione delle campagne di stagione della Maison. Oltre 1000 fotografie, organizzate per stagione dal 2002 al 2016, documentano queste collaborazioni d’eccezione. Quattordici anni di collaborazioni preziose: campagne pubblicitarie che non si limitano alla semplice promozione del prodotto ma che grazie alla collaborazione con diversi artisti, forniscono decine di punti di vista sull’universo di Bottega Veneta.

Fabien Baron, Todd Hido,  Juergen Teller, Peter Lindenbergh, solo per citare alcuni dei più importanti e rinomati fotografic di moda al mondo, che in questi anni hanno collaborato alla realizzazione di questa visione. La passione di Tomas Maier è sempre stata la fotografia: aveva pianificato tutto dall’inizio, fin da quando ha assunto il ruolo di Direttore Creativo di Bottega Veneta nel giugno 2001.
Intitolata Reflections, la campagna primavera / estate 2018 di Bottega Veneta presenta sei film distinti e profondamente cinematici, diretti appunto da Fabien Baron, che sono immaginati come una serie di antologie e saranno pubblicati episodicamente per tutta la stagione. Nella sua nuova forma, l’Art of Collaboration coinvolge quindi  un team di collaboratori di talento per tradurre la visione del direttore creativo Tomas Maier, tra cui il direttore della fotografia Philippe Le Sourd, lo scenografo Stefan Beckman e il produttore / compositore Johnny Jewel che ha creato una colonna sonora originale.