Reading Time: 2 minutes

Da Dolceacqua a Pigna, i luoghi magici dell’entroterra

Non di solo mare vive la Liguria. Anzi, parte della sua straordinarietà sta nella sua stretta convivenza tra costa e montagna, dove si trovano deliziosi borghi tutti da scoprire.

Dolceacqua e Seborga

Immortalato in 4 dipinti di Claude Monet, Dolceacqua è uno dei borghetti più conosciuti della Liguria. Una morbida collina dominata dal Castello dei Doria, con tutto intorno una manciata di casette e un antico ponte romano. Terra della prima Doc della Liguria, Rossese di Dolceacqua, e di grandi oli. Vicino si trova il principato di Seborga, con tanto di principe regnante, leggi, targa e moneta propria. Il borgo ruota attorno alla piazza principale, con la seicentesca Chiesa Parrocchiale di San Martino e il Palazzo dei Monaci, antica sede della Zecca. Entrambi i borghi sono facilmente raggiungibili da Bordighera, approfittatene per soggiornare al Grand Hotel del Mare e mangiare da Romolo Mare.


Perinaldo e Apricale

Da Sanremo, dove per un soggiorno lussuoso non vi dovete perdere l’hotel Royal, potete raggiungere ‘il borgo delle stelle’: Perinaldo, chiamato così perché qui vi nacque Giovanni Domenico Cassini, astronomo di Luigi XIV, a cui sono dedicati un museo e un osservatorio astronomico. Un luogo dalla storia più che millenaria, custode di piccoli tesori tra chiese, oratori e santuari. Un quarto d’ora di macchina e si arriva a Apricale, per restare in tema, ‘il paese del sole’. Carruggi da cui spuntano campanili e casette in pietra, sovrastate dal castello della Lucertola, la cui piazza antistante regala un panorama unico sulla vallata. Infine, a Sanremo, non vi perdete una cena al Ristorante La Pignese.


Triora e Pigna

Sempre da Sanremo, potete raggiungere Triora, il ‘paese delle streghe’, così chiamato per un triste episodio di caccia stregoneria del Cinquecento, la cui storia è raccontata in un piccolo museo e commemorata la prima domenica dopo Ferragosto con la festa Strigora. Da non perdere la bella Collegiata di Nostra Signora Assunta e il famoso pane di Triora. Seconda tappa Pigna, ai piedi del Parco Naturale Regionale delle Alpi Liguri. La Loggia della Piazza Vecchia, il balcone panoramico sull’Alta Val Nervia e la chiesa di San Michele con il polittico rinascimentale di Giovanni Canavesio sono le chicche. Tornati a Sanremo concedetevi una cena stellata da Paolo e Barbara e godetevi l’ospitalità del Miramare The Palace.