Reading Time: 1 minutes

Benessere di primavera

Bagno Vignoni, un borgo medievale famoso per la Piazza delle Sorgenti, dove da ben 2000 anni sgorga una sorgente termale dalle innumerevoli proprietà terapeutiche. È questo dono della natura che ha reso possibile la nascita delle Terme, nel cuore della Val d’Orcia.

La storia di Bagno Vignoni si lega strettamente alle sorgenti termali su cui questo borgo è stato costruito fin dall’antichità. Nel ‘500 fu costruita la Piazza delle Sorgenti, una vasca da cui sgorgano ancora oggi le acque termali. Le sue acque venivano utilizzate già dai Romani, complice la posizione vicina alla via Francigena. Questo luogo fu oggetto di visite da parte di personaggi illustri del passato e non, come Santa Caterina da Siena, Papa Pio II e Lorenzo il Magnifico, ma anche il regista russo Tarkovskji. Nonostante i secoli di guerre e devastazioni, Bagno Vignoni conserva ancora l’aspetto e il fascino del periodo medievale in tutto il suo splendore.

Oltre le colline coltivate a ulivi che circondano il borgo di Bagno Vignoni, a valle del paese la sorgente, convogliata nella vasca centrale, alimentava cinque antichi mulini scavati nella roccia, riportati alla luce e restaurati solo recentemente. Il fascino di Bagno Vignoni è ancora oggi irresistibile, un luogo dove il tempo sembra essersi fermato. L’acqua termale di Bagno Vignoni, ricca di sali, calcio, carbonati di ferro, solfati di sodio e magnesio, era apprezzata già in epoca romana per il suo potere curativo nelle affezioni dell’apparato osseo, delle mucose e la sua azione tonificante sull’apparato cutaneo.

L’Albergo le Terme sorge nel cuore di Bagno Vignoni in un antico palazzo del 1400 i cui locali, disegnati dal Rossellino, furono adibiti a casa vacanze estiva di Papa Pio II Piccolomini. Il palazzo si affaccia sulla Vasca d’acqua termale da cui sgorga acqua ad una temperatura di 49°C.