Reading Time: 2 minutes

#backtoitaly

Un’offerta di 140 gallerie rivolta alla qualità e alla ricerca artistica italiana, ma che allarga lo sguardo anche al contesto europeo. Torna dall’11 al 13 ottobre ArtVerona, la manifestazione dedicata all’arte moderna e contemporanea alla sua 15ª edizione.

Come sempre, oltre alla Main Section, dedicata agli artisti più consolidati, tra moderno e contemporaneo, la fiera dedicherà attenzione anche ai giovani e alle realtà più sperimentali. Un percorso che proprio al compimento dei 15 anni della fiera si rivela un investimento vincente e una premessa per continuare a guardare al futuro. ArtVerona quest’anno offre al pubblico un grande evento, dal giorno alla notte, con l’apertura straordinaria delle Gallerie Mercatali, suggestiva struttura di archeologia industriale di 6.400 mq. oggi al centro di un restauro conservativo. Lo spazio sarà riattivato grazie a un progetto ideato da Contemporary Locus e curato da Paola Tognon, che hanno invitato per l’occasione Norma Jeane, artista senza corpo e biografia personale, che identifica la sua nascita con la data della morte di un’icona, Marilyn Monroe, avvenuta a Los Angeles nel 1962.

Il suo intervento site specific per le Gallerie Mercatali è Loony Park: un’installazione ambientale che abbraccia arti visive, suono e performance e accoglie il visitatore in un’esperienza interattiva dilatata in diversi momenti. Al gigantismo dello spazio e delle sue strutture, al gigantismo figurativo e iconico dell’apparato visuale contemporaneo, Norma Jeane contrappone con Loony Park un’esperienza fatta di umori e rumori, di meccanismi indifferenti e silenziosi, di luci e colori impazziti, di silenzi e di suoni. Il programma sarà arricchito da live e dj set a cura di Path Festival. ArtVerona rilancia Free Stage, la sezione dedicata agli artisti che ancora non sono rappresentati da una galleria, quest’anno a cura di Alberto Garutti, artista a sua volta maestro di tanti artisti delle ultime generazioni.

Anche in città ArtVerona offrirà l’occasione per aperture di spazi inediti, come l’Appartamento 900, recentemente restaurato all’interno del complesso del Giardino Giusti, uno degli esempi più interessanti di giardino all’italiana,conosciuto in tutto il mondo.