Reading Time: 1 minutes

Un viaggio dentro le Terme di Saturnia

Il complesso Terme di Saturnia, situato ai piedi dell’omonimo borgo medievale nel cuore della Maremma toscana, si estende su una superficie di 120 ettari, sviluppandosi intorno alla secolare sorgente dalla quale scaturisce un’acqua unica al mondo dalle proprietà detossinanti, esfolianti e igenizzanti.

Il ristorante “Aqualuce” è la naturale conclusione di una giornata dedicata al benessere e alla bellezza. La magia della sorgente termale è cornice unica di una cena intima a lume di candela o di momenti di allegra convivialità.

La proposta è una cucina nel segno della tradizione locale resa unica da accostamenti insoliti che si ispirano a un ideale di “piacere nel benessere”, valorizzando le materie prime di alta qualità, gli ingredienti freschi di filiera corta e prodotti biologici altamente selezionati. La ricercatezza non si limita alle verdure di stagione  ma vale anche per pasta, formaggi, carni e pesce.

Immancabile la selvaggina e la cacciagione, le carni bianche e rosse vengono affumicate nella corteccia di olivo di Terme di Saturnia. Il pescato – baccalà e bianco d’orata – è quello dell’Argentario e anche per i formaggi vengono selezionati i migliori prodotti locali – il Guttus della Parrina e la rinomata Ricotta di Manciano, ottimo ingrediente alla base dei dessert proposti.

L’olio è quello proveniente dagli ulivi di Terme di Saturnia all’interno della proprietà. La carta dei vini esalta la territorialità degli uvaggi locali: ciliegiolo, cabernet – sauvignon e chardonnay e soprattutto alle grandi DOC della Maremma, primo fra tutti il Morellino di Scansano.