Reading Time: 1 minutes

L’oriente incontra il rinascimento e la Toscana

Sakura Matsuri Antiquariato nasce dalla passione autentica e genuina per il Giappone e per la bellezza delle sue antiche opere d’arte. A Firenze il Giappone incontra l’occidente nel nome della cultura e dell’arte.

Quando nell’ottocento furono riaperte le frontiere del Giappone, e l’Europa si scopriva attratta dalla raffinatezza orientale, Firenze espresse al meglio questa nuovo amore per l’oriente. Un fermento artistico si diffuse in città, si aprivano le prime botteghe specializzate in antiquariato orientale, si organizzò il carnevale del 1888 in stile orientale ma soprattutto furono gli anni in cui si lasciò in eredità alla città il Museo Stibbert. Sulle colline a nord di Fiesole, un museo unico nel suo genere, costruito in stile neogotico dallo stesso Stibbert nel 1859, che ospita più di 56.000 opere d’arte, per lo più a carattere militare, provenienti da tutto il mondo, soprattutto oriente e Giappone.

In via Maggio, nella zone di Oltrarno a Firenze, vi aspetta un luogo in grado di incarnare ancora oggi lo stesso amore e rispetto dell’arte giapponese. Dopo più di un secolo Sakura Matsuri propone una selezione di opere d’arte e d’antiquariato di provenienza rigorosamente giapponese e di verificata autenticitá. Pezzi unici che raccontano l’arte giapponese in tutte le sue sfaccettature: spade (katana, wakizashi, tanto, tachi ecc.), montatura (tsuba, menuki, fuchi, kashira ecc.), netsuke, kiseru, ecc.

Sakura Matsuri è anche un laboratorio che vanta la collaborazione di numerosi artisti fra cui un togishi, un sayashi, uno tsubashi, un katchushi ed un esperto in avorio antico per interventi di restauro e realizzazioni eseguiti impiegando tecniche e materiali dettati dalla tradizione giapponese.