Reading Time: 2 minutes

Un luogo dove emozionarsi

La Villa d’Arte Agriresort, nelle campagne tra Firenze e Fiesole, unisce in In una unica struttura l’ospitalità, il mangiar bene, la natura, l’arte, lo spettacolo, il relax. Un resort con 22 camere tutte diverse e caratteristiche, ognuna dedicata ad un “seme di vita” ma tutte dotate di massimo comfort e tra queste 6 suites con vasche e cabine idromassaggio circondate da un parco di tigli, un giardino all’italiana e una terrazza sull’albero dove sostare al tramonto sospesi nella natura.

Già a fine del 1500 a Cerreto era presente una “Casa da Lavoratore” e una “Casa da Oste”, due edifici che già probabilmente all’epoca svolgevano attività ricettiva. Un complesso articolato e stratificato, costituito dalle cantine a volta al piano seminterrato e da una soprastante casa da lavoratore, oggi riscontrabile nella parte di Villa denominata Fattoria, e da una sorta di casa torre. All’attuale struttura che si può oggi ammirare si è pervenuti dopo gli interventi progettati dall’architetto Paganelli, iniziati nella seconda metà del settecento e protratti fino ai primi anni del 1800. Una architettura di impianto medievale che ancora emana tutto il suo fascino e bellezza, offrendo al visitatore non solo un piacevole soggiorno, ma anche un’esperienza nella storia e nella tradizione della Toscana più autentica.

Le camere della Villa d’Arte Agriresort sono arredate con molta cura nei particolari e caratterizzate da pregevoli mobili di antiquariato che fanno parte della Villa da secoli. Le camere non sono state numerate ma ad ognuna di esse è stato dedicato un “seme della vita”, intendendo per esso quel qualcosa che genera, che costituisce l’incipit di una passione, la scintilla creativa, il mistero nascosto, la sublime bellezza, il colpo di genio, in una parola …l’Arte.

Villa d’Arte Agriresort propone periodicamente eventi e iniziative che si tengono in appositi spazi attrezzati: i saloni, le terrazze, il piazzale e l’arena all’aperto. Gli eventi riguardano musica dal vivo, teatro, cinema, concerti, serate di ballo, mostre espositive, cene e week end del giallo. Serate speciali vengono dedicate alla particolare formula “cena nello spettacolo” dove l’arte culinaria si confonde con l’arte espressiva.