Reading Time: 2 minutes

La notte della moda che promuove la creatività

Venezia e la bellezza. Venezia e la creazione di un immaginario. Venezia e la moda. La città lagunare, patrimonio universale di arte e cultura, è la protagonista ad ottobre della Venice Fashion Night, una riflessione intorno al rapporto fluido e sfuggente tra città e creatività.

Quando si ha a che fare con una della città più belle al mondo è doveroso interrogarsi sul rapporto tra arte e umanità, aprire il dialogo tra lo spazio urbano e i talenti creativi che lo abitano. Perché il rischio di banalizzare la questione è dietro l’angolo. Pensare che la bellezza della Serenissima – amata e flagellata da milioni di turisti tutto l’anno – sia capace da sola di generare altra bellezza è semplicemente sbagliato. La relazione complessa tra la moda e Venezia è un viaggio che parte da lontano, che passa attraverso le scuole di moda ma che guarda al futuro, facendo emergere prima di tutto la stupefacente rete di laboratori e di fashion makers presenti in città. Per questo motivo dal 22 al 29 ottobre Venezia ospita un evento che ci conduce per mano fuori dai luoghi comuni, alla ricerca di percorsi che – raramente – rimangono estranei ai circuiti di fruizione di massa. Un viaggio nel Made in Italy, senza dubbio, ma soprattutto l’occasione imperdibile per un itinerario alla scoperta dell’anima nascosta di Venezia, nel tentativo di eleggerla “città dei talenti”.

La Venice Fashion Night, dopo il successo del 2015, racconta quest’anno la creatività di Venezia in un ricco e articolato programma.
Gli atelier aperti porteranno il pubblico a scoprire atelier di sartoria, manifatture, studi creativi, dove incontrare le nuove collezioni e le proposte dei talenti emergenti e soprattutto conoscere di persona i creativi veneziani. Partenza dagli spazi della Tessuti Luigi Bevilacqua, manifattura che dal 1499 realizza con telai antichi il prezioso velluto di seta, utilizzato anche dalle più importanti case di moda del mondo. Durante la settimana la moda tocca il teatro e la musica, raccontando la storia del Ponte di Rialto e riportando il tabarro in Piazza San Marco, al Gran Caffè Quadri. Gran finale, sabato 29 ottobre con otto sfilate in location esclusive come il Fondaco dei Tedeschi, recentemente ristrutturato dall’archistar internazionale Rem Koolhaas che ospita un evento all’incrocio tra alta moda, sartorialità e brand di lusso.

Dalle 18 in poi la Venice Fashion Night prosegue con musica, performance e preview delle nuove collezioni che si alterneranno in tutta la città per celebrare la creatività Made in Veneto. La moda, per una notte, sarà la scusa per conoscere nuovamente Venezia: un’esperienza lunga una notte, dal tramonto sulla Laguna all’alba in Piazza San Marco.

ph @riccardozanutto