Reading Time: 1 minutes

Uno stile di design per lui e per lei

Durante la Design Week di Milano la grafica e le geometrie dettano legge anche in fatto di moda. Un trend che non si arresta e che investe soprabiti, accessori, vestiti e calzature con linee optical, scritte maxi e grafiche dal segno accattivante.

Le fantasie optical, in versione bianco&nero ma anche multicolor, sono tra i trend più in voga per la primavera estate 2017. L’impatto visuale di Christopher Kane è forte e richiama un’esplosione di colori e inserti dove la regola dominante è la materia, esplorando tessuti e materiali inaspettati con un talento artistico virtuoso e sorprendende. Nelle mani dello stilista, il più basic dei capi acquista un fascino nuovo. Sezioni di abiti in versioni optical si sovrappongono a abiti monocromo dal taglio comunque sempre innovativo e contemporaneo.

Per Lanvin il design grafico si esprime in capispalla dal taglio classico che si arricchiscono di scritte calligrafiche ad effetto optical monocromatico. Ma non solo: per lui si tratta di sperimentare invece un total look millerighe dak sapore seventiee, nella texture come nel taglio della giacca e dei pantaloni.

Moschino, con la sua consueta irriverenza continua invece a percorrere il trend della sua collezione dedicata ai lavori e ai cantieri stradali.  Colori fluo, modelli divertenti ed esuberanti, scritte pubblicitarie, abiti molto pop, come se anche la moda fosse un’opera tutta da costruire, da cantiere stradale. Sotto le mani sapienti di Jeremy Scott i tessuti haute couture diventano catarifrangenti, il classico capospalla è fluorescente. Le gonne e i vestiti sono ricoperti da bande con stampati scontrini e con scritte di cantieri stradali. Fiocchi teatrali segnalano i lavori ed adornano eleganti tailleur ed impeccabili abiti da cocktail.