Reading Time: 1 minutes

Durante il periodo della vendemmia fioccano i festival dedicati al nettare degli dei. Da Chiusi a Scansano, le emozioni viaggiano tra vitigni e insospettabili itinerari culturali

Immagine di copertina: Festa dell’Uva a Impruneta; fonte: Wikipedia

Se la Toscana è terra d’elezione del vino, settembre è il mese perfetto per visitare una delle tante rassegne dedicate a Bacco.

La città di Chiusi ospita dal 19 al 27 settembre la Festa del vino e dell’uva. Tra gli appuntamenti enogastronomici da non perdere: il Convivio in onore di Bacco, organizzato da alcuni ristoranti di Chiusi che, in perfetta sinergia, presenteranno piatti abbinati a vini del territorio o Vinovagando, percorsi archeologici guidati che si concludono con degustazioni. A Chiusi si trovano le uniche catacombe rintracciabili in regione, un labirinto di cunicoli che si snodano sotto la piazza principale. Un motivo in più per scoprire questa località.

Il 27 e 28 settembre, a Scansano è in programma la Festa dell’Uva. Protagonista è il mitico Morellino di Scansano che viene festeggiato nelle cantine del centro storico, di origine medioevale, in abbinamento ai prodotti del territorio. A breve distanza trovate l’insediamento etrusco di Ghiaccioforte risalente al IV secolo a.C.

Domenica 28 settembre a Impruneta da non perdere l’83ª Festa dell’uva con le sfilate dei carri allegorici dei rioni e degustazioni di vini e prodotti locali. Una festa antica che nasce nel 1926 e ancora oggi fa rivivere la tradizione contadina dell’uva.