Reading Time: 2 minutes

Un focus su profumi e sostenibilità

Dall’8 al 10 settembre a Firenze va in scena la migliore profumeria artistica internazionale. Con 220 marchi da tutto il mondo, Pitti Fragranze mantiene saldi i suoi criteri di ricerca, selezione e grande attenzione alla qualità. E una serie di talk-evento e progetti fanno il punto sui trend della cultura olfattiva oggi: focus sulle nuove frontiere della sostenibilità e sulle spezie esotiche, il tutto in un layout interamente rinnovato.

Alla Stazione Leopolda, Pitti Fragranze è una piattaforma di osservazione unica nel suo genere sull’universo del profumo: le essenze più esclusive, le novità per la bellezza e il benessere, ma anche linee cosmetiche e accessori sofisticati, proposti da 220 tra le maison e i brand più qualificati del panorama mondiale (il 63% dei marchi di questa edizione proviene dall’estero), ma anche dai nuovi talenti della profumeria artistica internazionale. Ogni anno, a settembre, i nomi di punta del settore e i nasi più autorevoli si incontrano a Firenze per confrontarsi sui nuovi trend della cultura olfattiva e sul legame inscindibile tra fragranze e lifestyle, oggi.

Blooming Newforms è il nuovo tema di Fragranze 2017. Blooming, il passaggio dal bocciolo al fiore, dall’ancora-incerto allo stato compiuto e perfetto: fiorire inteso come trasformazione, la metafora più calzante per il lavoro artigianale di chi, partendo da sensazioni sottili e impalpabili, arriva a creare sostanze preziose, prodotti concreti ma altrettanto difficili da definire a parole come le fragranze. Dal tema dei saloni estivi di Pitti Immagine – Boom, Pitti Blooms – nasce lo spunto per il nuovo concept di Pitti Fragranze – Blooming Newforms – che racconta una nuova dimensione del mondo delle fragranze, fatta di forme visive d’ispirazione digitale, concepite per le piattaforme social dell’età contemporanea e per il pubblico di nativi digitali, che si trasformano nelle cose che vediamo vivere e muoversi sugli schermi dei nostri devices.