Reading Time: 2 minutes

Un’esperienza singolare senza precedenti

L’argento si plasma in forme e visioni nuove nelle mani di Pampaloni, lo storico argentiere-artista Fiorentino. Non solo arte e maestria ma una vera e propria ideologia (culturale, politica e sociale) che trova in questo metallo prezioso la propria ragione di vita.

Il negozio di Firenze si trova in via Porta Rossa 99 rosso, la strada che prende il nome dall’omonima Arte del Rinascimento a cui appartenevano anche gli argentieri.
Gli arredi del negozio risalgono al 1870 quando fu aperta una libreria che divenne famosa tra gli Inglesi del Grand Tour. Le vetrine del negozio vere e proprie opera d’arte. Si ispirano a fatti di attualità e di rilievo sociale e politico, registrano nel micromondo di oggetti per la casa o gioielli i sentimenti e le oscillazioni del gusto provocati dai profondi mutamenti del mondo. L’argento è un material che si presta perfettamente alla realizzazione di oggetti con valore d’uso oppure simbolici. Pampaloni dispone di un immenso archivio di forme e modelli oltre ad una tecnologia esclusiva che permette di riprodurre qualsiasi forma organica, oggetti d’uso in dimensioni minuscole o enormi. Sono nati cosi i prestigiosi pezzi celebrativi per successi culturali, sportivi e diplomatici, ma anche oggetti liturgici e strumenti di seduzione.

Ma Pampaloni non è solo un negozio ma è anche un ristorante. Appena fuori dalle mura di Firenze si trova la Fabbrica Pampaloni, una vera fabbrica ancora in piena attività che non ha ceduto alla crisi. Il Negli spazi della mensa dei lavoratori viene così allestito il ristorante, in una sorta di dopolavoro molto particolare. I tavoli della mensa sono apparecchiati con le posate e gli argenti che trasmettono il piacere dell’uso – e non del solo possesso – di oggetti belli e preziosi. Nell’arredamento del ristorante ritroviamo così alcune icone e simboli che hanno contribuito a costruire l’immaginario da cui Pampaloni attinge per creare i propri argenti.

La Fabbrica Pampaloni ospita mostre di autori o dedicate a temi di attualità coinvolgendo il pubblico in ogni parte della struttura.  Nelle antiche vetrine sono esposti i pezzi che hanno fatto la storia della Pampaloni, non solo quelli che hanno goduto di successo commerciale, ma anche i prototipi, i modelli in legno e gesso, i sofferti e a volte falliti tentativi di innovazioni tecno- logiche ed estetiche. Attraverso le vitrine filltrano le immagini delle lavorazioni a cui può assistere il visitatore. Si possono quindi vedere le operazioni di fusione, laminazione, cesello e assemblaggio.

La fabbrica è il luogo da visitare per conoscere non solo il processo di lavorazione, ma anche la biografia di un oggetto, il disegno e l’ispirazione dell’autore. È il luogo dove è possibile capire quel rapporto più profondo e trasparente tra produttore e committente che genera ad entrambi conforto e passione per il nostro mestiere, quello dell’argentiere.