Reading Time: 2 minutes

Per uno stile in technicolor

Moschino sotto la direzione creativa di Jeremy Scott non perde mai l’occasione per stupirci con effetti speciali. Per la primavera 2017 il tocco ironico e spensierato raggiunge nuove vette, ispirandosi al mondo dei cantieri stradali e del car wash. Per una stagione irriverente e all’insegna del technicolor.

Jeremy Scott disegna così per Moschino una collezione di capi e accessori ispirati al mondo del car wash composta da abiti, t-shirt, felpe e pantaloni joggers che non lasciano spazio all’immaginazione. La passerella è un tributo di segni e simboli stradali con riferimenti e citazioni inequivocabili. Asfalto con linee discontinue di colore giallo, profili catarinfrangenti e caschetti che costruiscono un universo da streetstyle, con il tocco inconfondibile della moda di Moschino. La sartorialità della couture incontra le asperità dei lavori in corso sulle strade e il mondo coloratissimo delle auto americane. I tailleur bon ton hanno come profili i bordi catarifrangenti, gli abiti di paillettes sono uno tripudio di frasi, disegni e colori pop in stile cartoon.

Giallo, rosso, arancione, blu elettrico. Questi i colori iconici per Moschino per la primavera, da sfoggiare senza timore. Jeremy Scott mette in testa alle sue modelle caschetti con velette e coni segnaletici, abiti e soprabiti relaizzati in reti delimitative multicolor e vestiti di ispirazione 80s con trame floreali che si ispirano alle carte da parati. E poi, maxi maglie, giacche e gonne, abiti a ruota e giacche asimmetriche con scritte gialle su fondo nero. Il segnale dello Stop spunta sui tubini della nuova collezione Moschino e persino sulle borse rotonde da portare a mano. Ma la Dangerous Couture di Moschino è anche costumi da bagno interi, salopette lamé e gonne plissé, abiti da sera con stampa di bolle di sapone gli spolverini dai colori decisi. Una vera e propria esplosione di colore e di divertimento che Moschino, come sempre, ci suggerisce di indossare senza freni e inibizioni.