Reading Time: 2 minutes

Il mondo di Salvatore Ferragamo

Un’eredità preziosa e una raffinata artigianalità che attraversano i decenni. Questa il mondo di Salvatore Ferragamo, questa la storia del brand fiorentino che ha contribuito a rendere importante il made in italy nel mondo.

Per Salvatore Ferragamo, Firenze era il simbolo dell’Italia artistica e culturale, l’Italia che ispira. Proprio per questa ragione scelse di portare il suo marchio a Firenze, integrando tali elementi nella propria storia ed immagine, una simbiosi tuttora pulsante. Ne è riprova la costante collaborazione della Ferragamo a importanti progetti di restauro pertinenti al retaggio culturale e storico della città. Nel 2016, la Ferragamo ha contribuito al restauro della Fontana del Nettuno in Piazza della Signoria.

Costruito nel cuore della Firenze medioevale, Palazzo Spini Feroni è un simbolo del marchio Ferragamo e sua sede centrale fin dal 1938. Quando Salvatore Ferragamo decise di acquistare Palazzo Spini Feroni, era pienamente consapevole del valore di lavorare all’interno di un tale monumento storico e culturale. Nel 1927, di ritorno da Hollywood e già sull’onda di una certa fama, scelse la città di Firenze per la sua tradizione artigiana e perché la città è sinonimo in tutto il mondo della bellezza artistica e culturale italiana.

Pochi anni dopo, stabilì il suo atelier nel famoso edificio, da allora nucleo pulsante del mondo Ferragamo: un luogo dove ricevere la clientela e la stampa, fare servizi fotografici e trovare ispirazione.

Il classico merletto fiorentino, carta, corteccia d’albero, rafia, canapa, pelle di pesce e cellophane furono utilizzati prima e durante la Seconda Guerra Mondiale in sostituzione delle più flessibili pelli di vitello e di capretto, nonché dell’esotico coccodrillo. Subito dopo la guerra, Salvatore Ferragamo inventò delle tecniche di utilizzo del nylon o della rafia sintetica, mentre per le scarpe da sera riuscì in un intricato ricamo di strass e perline di vetro, creando tomaie davvero uniche nel loro genere che ancora contribuiscono ad ispirare le nuove collezioni del brand.