Reading Time: 1 minutes

Un resort country-chic tra le colline maremmane

Nel cuore della Maremma vicino a Capalbio, dove sono ancora ben visibili le tracce della civiltà etrusca e romana, sorge il Locanda Rossa. Uno dei resort più esclusivi della zona, un antico casale convertito in un hotel di charme e farm house.

Costruita seguendo i principi della bioedilizia, con l’installazione di un moderno impianto fotovoltaico e di pannelli solari, la Locanda Rossa,
si inserisce perfettamente nel contesto naturale circostante. Anche la scelta del color ‘rosso mattone’ per gli
esterni, da cui la Locanda tra il suo nome, rispecchia i caratteri originali del paesaggio rurale toscano.

È la natura il fil rouge del concept architettonico e della preziosa collezione di opere d’arte contemporanea presente in tutti gli ambienti, dalle 12 camere, alle 2 suite, dai 4 appartamenti, agli spazi comuni. Le rose di gomma di Poalo Cannevari, un erbario di Mario Merz, un paesaggio di Elgher Esser, gli alberelli a china di Massimo Bartolini e gli acquerelli di Tristano di Robilant conferiscono alla Locanda quel tocco di raffinatezza nella semplicità.

Un ambiente esclusivo che si completa con un’elegante Spa, un luogo di quiete e silenzio dove prolungare la sensazione di
relax che si respira in ogni angolo della struttura.
 In
un’atmosfera intima e accogliente, giocata sull’accostamento tra tinte chiare e luci soffuse, si può vivere un percorso di benessere completo.

‘La Cucina’, il ristorante della Locanda Rossa, da quest’anno si avvale della consulenza di Valeria Piccini, la chef del bistellato ‘Da Caino’ di Montemerano Manciano.
Tradizione e creatività sono alla base della filosofia gastronomica del ristorante; sotto l’attenta guida della chef Piccini, le ricette immancabili nella cucina locale, come la pappa al pomodoro e i tortelli maremmani, vengono rivisitate con un pizzico di innovazione e riproposte in accostamenti originali e fantasiosi.