Reading Time: 2 minutes

La lirica nel cortile di Palazzo Pitti

Nel monumentale cortile dell’Ammannati di Palazzo Pitti a Firenze va in scena una delle opere più famose di Giuseppe Verdi, La Traviata, nell’ambito della stagione estiva 2016 del Maggio Fiorentino. Un cartellone estivo di opere e concerti che comprende i grandi maestri come Donizetti e Rossini e gli autori, compositori e direttori di musica classica contemporanea per una serie di imperdibili appuntamenti in un contesto unico.

Per quanto riguarda La Traviata, si comincia il 03 luglio con l’opera in tre atti di Giuseppe Verdi su libretto di Francesco Maria Piave. Nell’inverno del 1852 Giuseppe Verdi è a Parigi e al Théâtre du Vaudeville assiste ad una delle prime rappresentazioni della Dame aux camélias, riduzione teatrale del romanzo di Alexandre Dumas figlio. Il dramma della cortigiana Marguerite Gautier, modellata sulla vera Marie Duplessis, che sfida le convenzioni borghesi e cerca una redenzione nell’amore di Armand, colpisce profondamente il compositore. Il soggetto della nuova opera è quindi deciso e il 6 marzo 1853 al Teatro La Fenice di Venezia va in scena per la prima volta La traviata. Ma la censura non può tollerare un realismo tanto scabroso e impone di retrodatare la vicenda in un più rassicurante “1700 circa”, che forse anche per questo segnerà la prima come un clamoroso fiasco.

La Traviata andrà in scena nel cortile di Palazzo Pitti in un nuovo allestimento che ricorda l’italia e la Dolce Vita, in una sorta di filo rosso che la unisce al neo-realismo italiano del dopoguerra.
La Traviata a Palazzo Pitti sarà inoltre un appuntamento esclusivo per i possessori dei biglietti del primo settore. L’aperitivo di apertura a cura di Procacci, storica bottega fiorentina dal 1885. I famosi panini al tartufo in abbinamento ai vini Marchesi Antinori daranno il benvenuto a partire dalle ore 20.15 con accesso esclusivo al Giardino di Boboli.