Reading Time: 2 minutes

Il successo di un brand tutto italiano fra sogno e determinazione

Ci sono vite che sembrano favole e personaggi che diventano miti. Salvatore Ferragamo, con gli occhi pieni di sogni di un adolescente ed in corpo la determinazione del “nulla da perdere”, salpa per il Nuovo Continente e intuisce la via del successo: l’industria cinematografica, vetrina d’avanguardia per le sue calzature.


A sinistra: 1946 – Salvatore Ferragamo mentre lavora con i propri artigiani, nel laboratorio di Palazzo Feroni. Photo Credit: David Lees; A destra: 1951 – Nella prima sfilata di moda italiana, tenutasi in quell’anno a Firenze, viene lanciato il sandalo “kimo”, con calzetta intercambiabile.

Una mente creativa non si ferma mai ed uno spirito ambizioso alimenta la fiamma della ricerca. La lucidità imprenditoriale di Ferragamo lo porta ad analizzare i pro ed i contro delle produzioni artigianale ed industriale e, tornato in Italia, a creare una nuova catena di lavorazione che sfrutti i pregi dell’una e dell’altra, eliminandone i difetti. Il risultato è eccellente: la qualità del Made in Italy con i tempi e l’efficienza dell’industria.


1960 – Il sogno di Salvatore Ferragamo di “vestire una donna dai piedi alla testa” continua ad opera della moglie e dei figli.

Salvatore Ferragamo condivide il suo lavoro con la famiglia, lasciando in eredità il progetto di trasformare l’azienda calzaturiera in un brand di alta moda.


A sinistra: Il fondatore, Salvatore Ferragamo; A destra: La famiglia Ferragamo nel 2003

Alla sua morte, la moglie Wanda e i figli, ognuno con il suo carattere e il suo modo, raccoglieranno la sfida: Fiamma, famosa per la sua eleganza e creatività, scomparsa prematuramente a soli 57 anni, a cui è stata intitolata una borsa cult, dalle forme rotonde e raffinate, ma con la praticità quotidiana di manici e tracolla; Giovanna, più riservata ma non meno talentuosa, dedita al disegno e sviluppo dei vestiti; Fulvia responsabile degli accessori in seta; Leonardo, Ferruccio e Massimo impegnati sull’amministrazione ed espansione del marchio nel mondo.


1967 – Fiamma Di san Giuliano Ferragamo riceve, come il padre vent’anni prima, il “Premio Neiman Marcus”, l’Oscar della moda.

Sinistra: 1970 – La Maison Ferragamo inizia la produzione di scarpe e di abbigliamento da uomo, che verrà ampliata nel corso degli anni Ottanta sotto l’impulso di Leonardo Ferragamo; Destra: 1971 – I foulards e le cravatte in seta, divengono presto uno dei simboli della Maison, sotto la direzione di Fulvia Visconti Ferragamo.