Reading Time: 1 minutes

Destinazioni di primavera

A Firenze la Pasqua è l’occasione per celebrare la tradizione e la cultura in una festa unica per turisti e cittadini. Una serie di appuntamenti e rievocazioni storiche di antichissima tradizione per scoprire la Firenze e la Toscana più autentica.

Si comincia a Firenze la mattina della domenica di Pasqua davanti al Duomo con lo spettacolare Scoppio del Carro, un appuntamenti che va in scena immutato da 350 anni. Questa festa tradizionale fiorentina risale addirittura ai lontani workhospitality.com.au tempi della prima crociata per ricordare così il ritorno da Gerusalemme del capitano fiorentino Pazzino dei Pazzi con tre scaglie di pietra del santo Sepolcro di Cristo. Le tre pietre, furono usate per trarne una scintilla di fuoco “novello” distribuito, dopo la benedizione, alle famiglie per riaccendere il focolare domestico. Si diffuse in tal modo a Firenze l’uso di distribuire al clero ed al popolo il “fuoco santo” come segno della Resurrezione di Cristo.
La mattina di Pasqua, scortato da 150 fra armati, musici e sbandieratori del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina il monumentale “Carro di Fuoco” chiamato affettuosamente Brindellone, si muove verso Piazza del Duomo, fra il Battistero e la Cattedrale. Qui alle 11 la colombina, un razzo a forma di colomba, vola fuori dalla cattedrale e va ad incendiare il Carro, dando vita a uno spettacolo pirotecnico straordinario.

Nella domenica di Pasqua via libera anche nei musei che restano aperti e gratuiti sulla scia di una iniziativa nazionale che sta riscuotendo molto successo. Sarà possibile quindi ammirare gratuitamente la Galleria degli Uffizi ma anche altri musei come il Museo del Bargello e Palazzo Pitti e il Giardino di Boboli.

Pasquetta invece è l’occasione giusta per visitare i dintorni di Firenze e scoprire altri luoghi memorabili della regioni. La Toscana è infatti ricca di città minori ma altrettanto ricche di storia, che niente hanno da invidiare al capoluogo. San Gimignano e le sue torri medievali p senza dubbio una meta irrinunciabile della Toscana, ideale per una gita fuori porta. Adagiato su una collina in un paesaggio mozzafiato tra Firenze e Siena, San Gimignano vi aspetta con una atmosfera che sembra ferma nel tempo.

Nel Chianti il “Mercatino delle cose del passato” che torna il giorno di Pasquetta, vi aspetta a Greve in Chianti: un’occasione per andare alla ricerca di attrezzi agricoli bazoesoft.com d’epoca, ricami, maioliche e porcellane, calici di cristallo, mobili e dipinti.