Reading Time: 1 minutes

Un viaggio negli accessori iconici del brand

Il lusso moderno e contemporaneo di Coach è diventato il punto di riferimento della moda americana. Un marchio che in pochi anni è riuscito non solo a costruire uno stile riconoscibile e inconfondibile ma che ha anche contribuito ad arricchire il sogno americano.

Dalle grintose giacche in stile bomber allo zaino Bleecker, fino alla piccola pelletteria continua la costruzione di un immaginario che parla della storia e dell’arte americana. Dagli anni ’50 ai giorni nostri, collezione dopo collezione. Per l’autunno 2017 l’eterogeneo spirito della città di New York incontra il carattere idiosincratico della West Coast. La collezione di Stuart Vevers combina infatti gli straordinari e romantici scenari americani con la prima cultura hip-hop newyorchese. Creazioni ispirate ai sognatori, ai ribelli e ai romantici, in grado di catturare lo spirito ottimista americano.

Questi riferimenti continui hanno permesso così la nascita di veri e propri classici senza tempo di Coach. Accessori, borse e pelletteria che non sono solo prodotti di altissima qualità, sono il sinonimo di autenticità, innovazione e sapere artigianale nella lavorazione della pelle. Un brand che nasce nel 1941 a New York ma che diventa fin da subito pioniere nella pelletteria di lusso. Nella seconda metà del secolo scorso Coach è già emblema del preppy americano, il primo brand di borse e pelletteria d’oltreoceano noto nel panorama internazionale. Nel corso dei decenni successivi Coach è riuscito a dare corpo ad una alternativa al lusso tradizionale. Un nuovo concetto di estetica tutta americana, che interpreta i desideri di una generazione alla ricerca di bellezza e visioni inedite. Come la mini sierra satchel in pelle glitterata, oppure la borsa da uomo cross-body con loghi monocromatici tono su tono, fino ad arrivare ai classici portafogli per uomo e per donna. Pezzi per uno stile unico.