Reading Time: 1 minutes

Un soggiorno esclusivo al Leone Blu

Palazzo Ricasoli al Ponte alla Carraia è fin dal 1470 una location indimenticabile in cui soggiornare a Firenze per vivere un’esperienza esclusiva a stretto contatto con l’arte e la storia.

Il Palazzo è da sempre di proprietà della famiglia Ricasoli che nell’Ottocento converte la dimora ne il Grand Hotel de New York, uno dei più importanti alberghi fiorentini dell’epoca, frequentato da importanti personaggi della cultura internazionale, come Petr Illi’c Tchaikovsky, Richard Wagner, William C. Bryant e Nathaniel Hawthorne. Una porzione dell’antico palazzo è stata successivamente riportata a nuova vita recuperando il sapore dell’ospitalità che caratterizzava il Grand Hotel, dando vita alle dimore d’epoca e suite Leone Blu che si ispira all’emblema dello stemma Ricasoli Firidolfi.

L’intero primo piano, il Piano Nobile di Palazzo Ricasoli, è stato così organizzato in nove suite e due ampi saloni comuni oltre agli spazi riservati all’accoglienza e ai servizi. Nelle suite antico e moderno, tradizione e innovazione, dialogano con levità, in armonia fra loro, con l’intento di far sentire a proprio agio i viaggiatori di oggi. Gli antichi decori sono stati preservati e valorizzati, e convivono con gli arredi nati per questo progetto come espressione del creativo artigianato toscano.

Nel Leone Blu risiede tuttora Maria Teresa Ricasoli Firidolfi, l’elegante padrona di casa che accoglie ospiti e amici. Le chiavi di Palazzo Ricasoli sono a disposizione per muoversi in assoluta libertà, così come il maggiordomo e tutto lo staff saranno capaci di personalizzare la suite e il soggiorno con servizi di altissimo livello. La posizione strategica del Leone Blu, nel centro di Firenze, ne fanno inoltre il luogo ideale per vernissage, cocktail, cene di gala, esclusivi matrimoni, così come riunioni, meeting aziendali e team building.