Reading Time: 1 minutes

Bianco, nero e blu

Bianco, nero e blu. Geometrie perfette e tagli sartoriali. Questi gli ingredienti per la collezione donna per la primavera 2018 firmata Lanvin.

Fondato a Parigi nel 1889, la maison Lanvin è sinonimo di classe e femminilità francese. Celebre per i suoi vestiti eleganti, raffinate ballerine, borse e accessori da donna, propone anche una vasta gamma di abiti flessuosi e drappeggi eleganti. Bouchra Jarrar, al suo debutto come direttrice creativa di Lanvin, per questa collezione primavera-estate 2018 indaga il concetto di sensualità e intimità; la designer rilegge il DNA della Maison alla luce di una visione personale che coniuga elementi maschili con dettagli femminili. La collezione diviene dunque il punto di partenza di un vocabolario personalissimo dedicato alle donne di oggi, una carrellata di vestiti che coprono o svelano il corpo. Le camicie da smoking si indossano con gonne a portafogli, i lunghi chemisier si portano con pantaloni maschili e giacche sartoriali, i cappotti sono in seta frusciante, mentre le gonne gipsy si abbinano a piccoli giacchini in pelle. Una collezione perfetta fatta di pezzi preziosi per vestirsi in totale libertà.

Lanvin ricorre a colori primari e limpidi su materiali come la pelle, organza, coccodrillo, pizzo, pelliccia, seta, jersey, cotone, chiffon, piume, maglia di metallo. Gli chemisier si indossano con pantaloni maschili e giacche sartoriali. Gli abiti sono lunghi e fluidi o dritti e brevi. Le gonne invece sono o lunghe a pieghe o midi e a tubo. Anche gli accessori sono sinonimo di eleganza e femminilità. Slipper ricoperte di jais e sandali dal tacco alto. Piccole borse in pelle da portare al polso. Bracciali con frange di cristalli adornano abiti dalle linee semplici.

Una primavera, quella della maison Lanvin all’insegna di un nuovo minimalismo tutto contemporaneo.