Reading Time: 1 minutes

Quando la moda incontra la fotografia

Bottega Veneta annuncia la partnership con il Shanghai Centre of Photography (SCoP), uno dei più prestigiosi istituti di arte fotografica in Cina. A partire da gennaio 2017, la maison sosterrà quattro importanti mostre internazionali che si terranno presso il museo, riconfermando il suo forte impegno verso l’arte e la cultura e celebrando il rapporto dinamico e duraturo del Direttore Creativo Tomas Maier con la fotografia.

Da sempre Bottega Veneta è attenta al rapporto tra arte e moda, un dialogo che si orgina dalla sua storia e ne definisce l’identità. Bottega Veneta espande così la sua visione dell’arte della moda passando attraverso la fotografia ma senza dimenticare il suo heritage e il territorio raro e prezioso che è fonte costante di ispirazione per collezioni e progetti d’arte. La ricca storia del Veneto è infatti palpabile in ogni suo angolo ed è strettamente correlata con l’estetica di Bottega Veneta.

Il programma di mostre del Shanghai Centre of Photography nasce dalla volontà di espandere i confini della moda. Nel 2017 fotografi internazionali appartenenti a diversi decenni dell’era contemporanea esporranno a Shanghai le loro opere. La prima mostra, a partire da gennaio, è “Made In Germany: German Photography from the 19th Century to Today”, una panoramica della fotografia tedesca dal pittorialismo al Bauhaus e al documentario della Germania ovest.

Il Shanghai Centre of Photography, situato sul West Bund — il nuovo “corridoio culturale” lungo il fiume Huangpu – è il primissimo spazio della città interamente dedicato alla fotografia. La missione del SCoP è presentare il meglio della fotografia internazionale e cinese in tutti i suoi diversi generi al pubblico di Shanghai.